Salta al contenuto principale

Ghezzi e "Futura 2018"
Da fondatore ad affondatore

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 33 secondi

Nel testo di «Futura» Lucio Dalla aveva immaginato tutto. «Sarà forse un tuono»: le dimissioni di Ghezzi. «Non mi meraviglio, è una notte di fuoco»: lo smarrimento di chi ha creduto in Futura fin dal primo minuto, mettendosi a disposizione o semplicemente votando questo movimento.

«E chissà come sarà lui domani, su quali strade camminerà»: già, cosa farà l'uomo che poco più di due anni fa ha capito che c'era uno spazio politico, intellettuale e ideale capace di raccogliere i tanti orfani di qualcosa che non c'era più (una certa idea di politica), i tanti che avevano ancora voglia di costruire qualcosa di nuovo e di alternativo? «Il suo nome detto questa notte - cantava ancora il grande Dalla pensando a Futura - mette già paura»: e tutti ricordiamo il disorientamento di più di una forza politica, spiazzata dall'azione di Ghezzi, che si proponeva come possibile presidente al centrosinistra lacerato.

Ricordiamo anche come andò a finire: un pezzo del Pd sfiduciò Rossi mentre ancora sedeva in giunta. Rossi non fece un passo indietro. Spuntò la candidatura di Tonini.

E Ghezzi, mentre Fugatti già pregustava la vittoria, si ritrovò solo. Col suo movimento, con la sua voglia di sognare, conquistò però due consiglieri provinciali, destabilizzò le alleanze in Comune, a Trento, e avvicinò un pezzo interessante di società civile. «Ma non fermarti», canta però ancora Lucio Dalla.

E qui accade l'incomprensibile: bellissimo e rivoluzionario che Ghezzi abbia pensato di cedere il suo posto a Piergiorgio Cattani; assurdo che abbia deciso di portare a termine il disegno anche dopo la morte di Cattani.

Incomprensibile che metta già in difficoltà la giunta Ianeselli: Paolo Zanella ha infatti appena iniziato a fare l'assessore e costringerlo a lasciare quel posto per evitare che in consiglio provinciale torni Remo Andreolli trasforma un grande sogno in incomprensibile incubo.

Non s'è mai visto un fondatore che diventa in due anni un affondatore.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy