Salta al contenuto principale

Gèza and The 5 Devils martedì 4 agosto al Teatro Capovolto di Trento

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 32 secondi

E’ il violinista Géza Hosszu-Legocky con la formazione dei The 5 Devils il protagonista del nuovo appuntamento di stasera nello spazio del Teatro Capovolto in Piazza C.Battisti (inizio ore 21.30). Géza Hosszu Legocky, alias Gezalius, nato a Losanna nel 1985 da genitori unghero-ucraini, è un violinista acclamato dal pubblico, dai musicisti e dalla critica come vero e proprio prodigio della scena musicale. La sua capacità di trasferire il suo afflato dalla musica classica ad altri generi (fra cui folk, gypsy, ebraica, jazz e anche pop) l’ha reso una figura davvero unica- Invitato nel 2002 a prendere parte al primo Martha Argerich Project Festival, a Lugano in Svizzera, da quel momento ha regolarmente partecipato ai più prestigiosi festival. Nel 2003 Géza è stato ingaggiato per il concerto di chiusura della seconda edizione del Martha Argerich Project e in quell’occasione si è presentato per la prima volta come il fondatore e il leader dell’ensemble The 5 Devils.

Il successo è stato immediato e la Emi Classics ha pubblicato un primo album. Da allora i 5 Devils sono stati trasmessi in tutto il mondo dai maggiori radio network. Nel 2005 sono stati invitati a partecipare a due concerti nel famoso Teatro Colon di Buenos Aires dove sono stati omaggiati della presenza di ospiti d’onore come le pianiste Martha Argerich e Gabriela Montero. Subito dopo il successo di Buenos Aires, la televisione argentina ha invitato i cinque ad esibirsi in uno show seguito da ben un milione e mezzo di telespettatori. I The 5 Devils, che stanno per lanciare il loro nuovo cdi “The Magic Bow”,  esprimono accanto  ad travolgente virtuosismo, una eccellente spontaneità ed hanno una sorprendente abilità nel trasmettere la musica fino al cuore degli ascoltatori, suonando un repertorio che spazia dalle miniature di Paganini o Boulanger ai toni sfolgoranti della tradizione folk ungherese, rumena e balcanica, al seducente swing di Django Reinhardt, il grande chitarrista jazz francese nato da una famiglia di etnia sinti Al suo fianco nella formazione dei The 5 Devils troviamo andor Jaroka, secondo violino Vojtech Botos,viola Artur Berki, pianoforte Sándor Ürmös, cimbalom e Tamas Kokeny cimbalom basso.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy