Salta al contenuto principale

C'è il «Nuovo Futurismo» alla Galleria Raffaelli

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 57 secondi

Torna in mostra allo Studio d’Arte Raffaelli il gruppo dei Nuovi Futuristi costituito da Gianantonio Abate, Innocente, Marco Lodola, Plumcake (Cella, Pallotta, Ragni) e Umberto Postal con un allestimento che ripercorre le estetiche degli anni Ottanta e Novanta attraverso le opere dei cinque artisti.

Gioco e leggerezza decretarono il successo internazionale del movimento neofuturista, sviluppatosi a Milano tra il 1983 e il 1984 e rapidamente diffusosi in tutta Europa. Grazie all’immediatezza di lettura e a messaggi fruibili e pienamente aderenti al proprio tempo, gli esponenti del Nuovo Futurismo si fecero profeti in ambito artistico di una temperie culturale che avrebbe investito tutti gli ambiti della creatività, dal design, alla moda, alla musica, alla televisione. Oggi, a distanza di oltre trent’anni dalla prima collettiva del gruppo in galleria, lo Studio Raffaelli propone un revival senza nostalgia, e capace invece di mantenere intatto lo stupore nei confronti di una stagione artistica proiettata in avanti, a cui periodicamente si avverte l’esigenza di ripensare.

La mostra sarà visitabile in galleria, in via Marchetti a Trento, fino al 30 settembre 2020 da lunedì a venerdì dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 15.30 alle 19.30, il sabato dalle 10 alle 12 e dalle 16.30 alle 18.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy