Salta al contenuto principale

Scoprire i musei trentini a Ferragosto

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 16 secondi

Rimarranno aperti al pubblico anche nella giornata di Ferragosto il Sass a Trento, il Museo Retico di Sanzeno e il Museo delle Palafitte di Fiavé, tre luoghi di particolare interesse per conoscere la storia più antica del Trentino.

Il Sass (Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas), a Trento sotto Piazza Cesare Battisti, è aperto con orario 9.30-13 e 14-18. Tra le vestigia dell’antica Tridentum romana il sito ospita inoltre la mostra «Ostriche e vino. In cucina con gli antichi romani», un excursus sulle abitudini alimentari e la cucina in età romana sulle sponde dell’Adige. Per saperne di più, domani è in programma alle ore 10.30 «Alla scoperta della Tridentum romana», visita guidata al sito e alla mostra (iscrizioni e info allo 0461 230171).

Al Museo delle Palafitte di Fiavé, visitabile dalle ore 10 alle 13 e dalle 14 alle 18, proseguono gli appuntamenti con l’archeologia. Oggi dalle ore 10.30 alle ore 12 è in programma «Benvenuti al Museo delle Palafitte di Fiavé, un museo da riscoprire!», una presentazione delle eccezionali collezioni dell’antico abitato palafitticolo per introdurre la visita del museo. Sono dedicati alle famiglie i due appuntamenti di martedì 18 agosto. Alle ore 10.30, «Il teatrino delle palafitte. Roberto reperto», lettura animata per grandi e piccini alla scoperta di reperti speciali emersi dal fondo del lago. Alle ore 14.30 e alle ore 15.30, «Indovina chi... c’è al villaggio», un divertente gioco per conoscere i misteriosi personaggi che vivevano sulle sponde dell’antico lago Carera (info 0465 735019). Oggi sempre nelle Valli Giudicarie è in calendario «Passeggiata fra natura e archeologia a Monte San Martino nel Lomaso», un’archeotrekking alla scoperta della fortezza ritrovata nel Lomaso. L’appuntamento è alle ore 14.30 a Lundo (info 0465 702626).

Aperto a Ferragosto anche il Museo Retico - Centro per l’archeologia e la storia antica della Val di Non con il seguente orario: dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18. L’originale percorso espositivo si snoda nel «pozzo del tempo» attraverso un itinerario evocativo e coinvolgente che accompagna il visitatore in un ideale viaggio nel passato, dalla preistoria all’alto medioevo. Domani doppio appuntamento: alle ore 9.30 «Archeologia e natura in Val di Non: dai Reti agli Eremiti», una panoramica passeggiata nella roccia nella gola di San Romedio. Nel pomeriggio alle ore 15 e alle 16.30 è previsto «Archeotaboo: cose, uomini e animali al museo», un divertente laboratorio per famiglie per scoprire giocosamente il museo (0463 434125).

Ulteriori appuntamenti ferragostani sono le archeopasseggiate nel verde. Domani alle ore 15 «Esplorare ad Acqua Fredda: archeologia e natura», una camminata da Passo del Redebus, fra la Valle dei Mòcheni e l’altopiano di Piné, per scoprire in compagnia di un’archeologa e di un accompagnatore di territorio tante curiosità legate al mondo dei metalli e della natura (0461 557028). Infine lunedì 17 agosto alle ore 9.30 agosto è in calendario «Archeotekking in Valcava», una passeggiata fra archeologia e natura in Valle dei Mòcheni (333 4861088).

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy