Salta al contenuto principale

Emergency e la musica è in casa con tanti artisti trentini

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 30 secondi

Ci sono anche i Bastard Sons of Dioniso, Caterina, Milo Brugnara e gli Apocrifi fra i musicisti trentini che hanno aderito all’iniziativa a sostegno di Emergency, C’è musica in casa.

Dal 28 al 30 aprile oltre cento, fra band e cantautori, si esibiranno in questo grande live virtuale promosso dall’associazione fondata da Gino Strada, proponendo i loro set in streaming su Facebook, Instagram e Youtube, ovviamente da casa, per sostenere le attività messe in campo dall’associazione per contrastare il Covid-19. Una non stop in cui cantanti e musicisti di tutta Italia suoneranno per raccogliere fondi: dal rock all’indie, dalle cover band a giovani cantautori emergenti, apriranno le loro dimore per tre giorni di musica in favore delle iniziative che Emergency sta mettendo in campo con le proprie competenze a Bergamo ma non solo.

Anche il gruppo Emergency di Trento ha voluto coinvolgere amici vecchi e nuovi che hanno subito dato la loro disponibilità ad esibirsi per questa particolare occasione. Le prime note made in Trentino saranno quelle, alle 19 di martedì 28, degli Yellow Kapras, country band lagarina guidata da Alessio Manica, seguiti, alle 19.20, dagli Apocrifi, con le loro ballate di De Andrè e, alle 20.30, dal noto cantautore romano The Niro che si è ?infilato? nel programma live della nostra provincia grazie ai suoi numerosi fan trentini.
Mercoledì 29, alle 18, suonerà il cantautore di Trento Milo Brugnara da sempre vicino ad Emergency: «Ne condivido gli scopi e gli ideali ? dice Brugnara ? e nel mio piccolo, cerco di sostenerla sia con donazioni che aderendo alle iniziative in cui mi viene chiesto di suonare. La mia esibizione sarà ?intima? e nella set list infilerò alcune anticipazioni del mio nuovo disco, «Controtempo Controvento» che uscirà nei prossimi mesi».

Alle 21 spazio all’accoppiata virtuale fra i Bastard Sons of Dioniso e la songwriter Caterina che delinea così la sua adesione a «C’è musica in casa»: «Siamo tutti individui interconnessi tra di noi anche se spesso non vogliamo vedere quello che ci accade intorno. È importante dare il proprio contributo e aiutare chi ha più bisogno così ho deciso di portare a sostegno di Emergency anche una mia canzone che parla di riconnettersi umanamente e non sprecare il nostro tempo, per alleggerire l’animo e tornare a “duemilacrederci” un po’ di più». Giovedì 30 alle 18 si ascolteranno le note ska dei Radio Palinka e alle 19 quelle di Sub Alpine con il suo dance hall reggae.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy