Salta al contenuto principale

Filarmonica Rovereto:

sfida al Covid,

ecco la nuova stagione

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 32 secondi

È un momento difficile, ma il mondo della cultura e della musica vuole resistere, per quanto possibile. Così l’Associazione Filarmonica di Rovereto va avanti, nonostante il crescere dei contagi e decide di presentare il suo 99° anno di attività, proponendo una variegata serie di rassegne per coinvolgere un pubblico il più possibile ampio e diversificato e con l’obiettivo - quello sì irremovibile - di permettere a chiunque lo desideri di avvicinarsi alla musica “classica”.

E così ecco un programma ricco di sette mesi di attività, con sedici appuntamenti in cui la grande musica è protagonista, interpretata da grandi artisti di fama internazionale, in contesti molteplici e suggestivi. Più di duecento artisti, tra solisti, ensemble, cori e orchestre, giovanissimi, giovani o veterani della musica, in più di trenta appuntamenti, danno vita a un cartellone di alto profilo. Reso possibile anche grazie alla collaborazione con molte realtà del territorio.

Non viene dimenticato l’omaggio a Beethoven nei 250 anni dalla nascita, a Mozart nei 250 anni dal suo primo viaggio in Italia, ai compositori “roveretani” (di nascita o di adozione) Riccardo Zandonai e Jan Novák. Si comincia il 30 ottobre e si va avanti fino al 26 aprile 2021 in varie sedi della Vallagarina. Ovviamente Covid permettendo.

Il direttore artistico della Filarmonica, Klaus Manfrini cerca di infondere coraggio in una lettera pubblica di presentazione: «Iniziamo la nostra 99° stagione musicale; e lo facciamo in una situazione che dire “problematica” sarebbe un eufemismo. Eppure vogliamo esserci con entusiasmo, determinazione e ottimismo. Vogliamo esserci per la musica e vogliamo esserci per voi».

Il 2020 ha visto alcune modifiche statutarie dell’Associazione Filarmonica, prima su tutte l’esternalizzazione della figura del direttore artistico, per l’appunto assegnato a Klaus Manfrini.
In programma, oltre alla 99ª Stagione dei Concerti, ci sono anche Musica Giovane, i Concerti per le Famiglie, Mart Music - la rassegna che si tiene all’interno delle sale espositive del Mart -, gli appuntamenti dedicati alle scuole musicali con Musica in Biblioteca.
In cartellone avremo il piacere di ascoltare, tra gli altri, le violiniste Caroline Widmann e Veronika Eberle, la flautista Silvia Careddu, il Quartetto Pražák, il chitarrista Sean Shibe. Un’altra caratteristica sarà quella di affiancare concerti con programmi più tradizionali ad altri crossover: un esempio su tutti, il concerto del vision string quartet, in cui i vincitori indiscussi del Concorsi di Ginevra accostano repertorio tradizionale a una parte dedicata al repertorio jazz/pop, dominato con grande abilità tecnica, riuscendo a far apparire legami inaspettati.
La Stagione si aprirà il 30 ottobre al Teatro Zandonai con «Buon compleanno Ludwig», omaggio al compositore di Bonn: i solisti Elena Di Marino (soprano), Nina Cuk (contralto), Vincenzo Di Donato (tenore), Lorenzo Ziller (basso), assieme all’Insieme corale Ecclesia Nova, al Coro Marc’Antonio Ingegneri e all’Orchestra Filarmonica Settenovecento, guidati dalla bacchetta di Matteo Valbusa proporranno la Messa in Do maggiore.

La campagna abbonamenti è già iniziata e proseguirà sino a venerdì 30 ottobre. La vendita dei biglietti per i singoli concerti avrà inizio invece lunedì 26 ottobre.
Informazioni sul sito filarmonicarovereto.it o al numero dell’Associazione 0464.435255 (dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17).

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy