Salta al contenuto principale

Isotta Tomazzoni c'è: "Viandanti" è il nuovo singolo della cantante roveretana

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 54 secondi

Dopo le soddisfazioni ottenute sul fronte televisivo con la partecipazione ad “All Together Now” condotto su Canale 5 dalla showgirl Michelle Hunziker Isotta Tomazzoni (nella foto) torna a dedicarsi alla musica. È appena uscito infatti “Viandanti” il nuovo singolo della ventiquattrenne cantante roveretana accompagnato da un videoclip. Di “Viandanti” Isotta ha scritto sia la musica che i testo registrando poi il tutto ai Metrò Rec di Marco Sirio Pivetti a Riva.
«”Viandanti” – ci ha raccontato la cantautrice – che uscirà poi anche in una versione interpretata in francese, ha un loop musicale felice. Vorrei infatti che attraverso questo brano la gente riuscisse ad immaginare il suo percorso e la bellezza dello stesso, il potenziale di ogni persona e che mettesse il buon umore. Il messaggio è che bisogna riuscire ad amare senza paura, guardandosi negli occhi».
Il videoclip porta invece la firma del videomaker internazionale e suo collega attore, Eugeniu Cornitel, ed è stato registrato a Bologna grazie al sostegno di alcune gallerie d’arte della città felsinea come “Squadro stamperia d’arte” e “Italian Art Touch”.

 

Isotta Tomazzoni che si sta formando come attrice all’Accademia di teatro A. Galante Garrone di Bologna ha anche voluto curare in prima persona diversi aspetti della produzione del video: «Sono partita con un’idea e ho iniziato a scrivere la sceneggiatura, ma l’arte non è un’idea, è verità e la verità la si trova ricercando, esplorando e affidandosi all’istinto. L’idea di partenza era quella di rappresentare poeticamente come ogni giorno, veniamo esposti a tanti incontri e ognuno in strada, portando la sua storia, può essere un grande potenziale per qualcun altro».
Protagonista della clip anche Sara Iuculano, un’attrice e fuochista, che è diventata il fil rouge nell’intero video: «Sara è un vero talento e mi ha aiutata quando abbiamo girato le scene col fuoco; era pericoloso e se non fosse stato per la sua professionalità quelle scene non sarebbero state possibili. Per me era importante in un momento storico come questo risvegliare il fuoco della vita, del contatto tra persone, la verità delle strade».


Ne è nato cosi un vero proprio corto musicale e concettuale: «Tutte le scene sono girate da giovani che ho fermato per strada: sono stata la casting director ed è stato magico vedere come all’interno delle riprese, tutti i partecipanti si siano ritrovati in perfetta armonia. Al video hanno partecipato anche attori dell’Accademia, tra cui mio fratello Lorenzo e ringrazio anche l’artista Ennio Naso che mi ha concesso di inserire la sua opera “Love” tra le immagini».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy