Salta al contenuto principale

E' morto Luciano Anesi, presidente delle "Piccole Colonne"

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 59 secondi

Lutto nel mondo della coralità e della cultura trentina: ieri a 75 anni è scomparso Luciano Anesi. Era il presidente delle Piccole Colonne, fin dalla fondazione del coro nelle cui fila sono cresciute schiere di bambine e bambini.
Dal 2018 Anesi lottava contro un tumore: si è spento all’hospice di Mori.
Se tutti identificano il coro con la sua anima artistica e creativa, rappresentata da Adalberta Brunelli, non meno importante è sempre stato il ruolo - discreto ma fondamentale - di Anesi. Una e vera propria anima della formazione del capoluogo fattasi conoscere e apprezzare negli anni in tutta Italia e anche all’estero, che lavorava dietro le quinte, curando tutti gli aspetti tecnici, organizzativi, finanziari delle Piccole Colonne.
«Era stato presidente fin dall’inizio», ricorda Adalberta Brunelli. «Quando a Povo decidemmo di dar vita al coro, ci ritrovammo con un gruppo di genitori dei ragazzi, per dar vita al direttivo. Ricordo che c’erano due papà e altre mamme e si decise che ai due sarebbero stati affidati il ruolo di cassiere e presidente. Luciano era pronto a fare il cassiere, ma l’altro papà poi non se la sentì di assumere la presidenza. Che lui accettò. Era cominciato tutto così, quasi per caso e ancora oggi è sempre stato il primo e unico presidente del coro».
Un impegno nato per caso e contonuato poi per convinzione: «La sua passione, la sua dedizione, erano uniche. Ricordo che ad un certo punto decise anche di cambiare lavoro, per dedicare più tempo alle Piccole Colonne».
Nel 2018, la scoperta della malattia: «Erano i giorni prima dell’edizione di quell’anno del nostro Festival della canzone europea dei bambini. Per far capire a tutti quale fosse l’attaccamento di Luciano per il coro, basta dire che da allora ad oggi si era perso due concerti, in tutto».
Dolore anche da parte del presidente della Federazione dei cori del Trentino Paolo Bergamo: «L’avevo sentito a inizio dicembre, era provato ma dinamico e propositivo come sempre. Mancherà a tutti noi, la sua scomparsa è una triste notizia».
Cordoglio anche da parte del presidente del Consiglio regionale Roberto Paccher: «La sua era una figura di riferimento per l’intero movimento dei cori giovanili italiani. Condoglianze a tutti i giovani coristi, ai membri delle Piccole Colonne e alla famiglia».
Luciano Anesi lascia la moglie Rita e i figli Michele e Gabriele. Il funerale sarà celebrato mercoledì 20 gennaio alle 14.30 a Cognola.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy