Salta al contenuto principale

Trentino, 257 contagi e un morto

In ospedale ci sono 89 pazienti

Solo 1.346 tamponi analizzati, positivo circa il 20%

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
3 minuti 18 secondi

Boom di contagi (malgrado un numero limitato di test) e un altro decesso in Trentino: lo spiega il bollettino diffuso poco fa dalla Provincia.

«È un balzo importante - si legge - quello che i dati sui contagi da Covid 19 in Trentino mostrano oggi. Il rapporto dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari oggi registra 257 nuovi positivi, 146 dei quali sintomatici.

Nel dettaglio, tra i contagiati anche oggi sono molti quelli che hanno più di 70 anni, per la precisione 30 soggetti, mentre i minorenni sono 18, dei quali 15 hanno un’età compresa fra i 6 e i 15 anni.

Anche oggi purtroppo si conta un decesso (un uomo di oltre 80 anni, non residente in Rsa) ed i ricoveri in ospedale salgono a 89, di cui 5 nei reparti di terapia intensiva.

In aumento anche le situazioni che riguardano giovanissimi in età scolare per le quali sono in corso approfondimenti: oggi sono 33 i nuovi casi e le prossime ore diranno se sarà necessario intervenire per porre in quarantena le rispettive classi (ieri quelle in quarantena erano 142).

Un ultimo dato riguarda infine i tamponi: quelli analizzati ieri sono 1.346, tutti nel laboratorio di Microbiologia dell’Ospedale Santa Chiara di Trento».


IL PUNTO IN TRENTINO ALTO ADIGE DI MARTEDÌ 27 OTTOBRE 2020

Altri due decessi in Trentino-Alto Adige per Coronavirus. Salgono anche, soprattutto in Trentino, i contagi che in regione ora sfiorano quota 500. Il balzo di contagi da coronavirus oggi in Trentino, su 1.348 tamponi analizzati, ha fatto registrare 257 nuovi casi positivi, 146 dei quali sintomatici. La persona deceduta è un uomo di oltre 80 anni, non residente in Rsa. I ricoveri in ospedale salgono a 89, di cui 5 nei reparti di terapia intensiva.
In Alto Adige il numero complessivo delle vittime della pandemia ha raggiunto quota 300. I laboratori dell’Azienda sanitaria altoatesina nelle ultime 24 ore hanno effettuato 1.772 tamponi. Sono stati registrati 242 nuovi casi positivi. Nei normali reparti ospedalieri attualmente sono ricoverati 125 pazienti, confermando il dato di ieri, mentre il numero dei ricoveri in strutture private sale da 27 a 44. Sono 12 i pazienti Covid in terapia intensiva.
Per quanto riguarda il bilancio settimanale delle scuole in lingua tedesca, da segnalare 119 nuove positività e oltre 1.000 bambini in quarantena suddivisi in questo modo per ciclo scolastico, mentre sono cinque i casi di positività segnalati nelle scuole in lingua italiana dell’Alto Adige.
In Alto Adige, d’ora in poi, persone asintomatiche che sono state in contatto con un positivo Covid saranno testate un’unica volta, al termine della quarantena di dieci giorni. Lo annuncia sul Dolomiten l’assessore alla sanità Thomas Widmann che ribadisce che «altrimenti non riusciamo a starci dietro» al tracciamento dei contatti e ai test. «Siamo - aggiunge - tra gli ultimi che fanno ancora contact tracing».
«Le ferie scolastiche, che iniziano sabato, sono un’opportunità per raffreddare la situazione Covid». Lo ha detto il governatore altoatesino Arno Kompatscher in riferimento alle ferie d’autunno la prima settimana di novembre. Kompatscher ha rivolto un appello agli altoatesini a limitare i contatti sociali durante la chiusura delle scuole e di «restare il più possibile nei propri nuclei familiari». Durante le ferie d’autunno - ha aggiunto - sarà fatto anche il punto sulla didattica, che attualmente è ancora in presenza, ad eccezione delle scuole superiore, dove il 50% avviene a distanza.
Sono stati riorganizzati logisticamente gli spazi degli 11 ‘drive through’ del Trentino dove è possibile fare il tampone nasofaringeo senza scendere dall’auto. Sono state allestite delle tensostrutture e introdotte alcune migliorie, informa l’Azienda sanitaria. In alcuni casi si è deciso di spostare i drive in sedi logisticamente più agevoli da raggiungere e da gestire. Da alcuni giorni nei drive through vengono effettuati per la maggior parte test rapidi antigenici che permettono (solo in caso di persone sintomatiche) di avere il risultato nel giro di 15 minuti. La positività al test antigenico deve però essere confermata da un tampone molecolare (processato in laboratorio).
L’accesso al drive through è possibile solo su appuntamento: è la centrale Covid a gestire le agende e a fornire ai singoli indicazioni sulle sedi, gli orari e le modalità di effettuazione del tampone.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy