Salta al contenuto principale

«Pranzo di Natale?

L'importante è non farlo

dentro un ospedale»

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 40 secondi

"Vedo grande preoccupazione per il pranzo di Natale. Preoccupatevi di non farlo in ospedale o peggio di non farli mai più". Mentre si discute di messa di mezzanotte, di pranzi e cenoni, con il dibattito sul Natale aperto in tutta Italia, arriva da Cremona un avvertimento chiaro: è quello di Elena Pagliarini, infermiera del pronto soccorso dell'ospedale cremonese, diventata simbolo della lotta alla pandemia quando, nella prima ondata, venne ritratta esausta davanti al computer. 

Pagliarini, premiata per il suo impegno anche dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, non usa mezzi termini nel suo monito su facebook: "Sono molto preoccupata: non vorrei ritrovami per la terza volta a rivedere le stesse scene. Anch'io ho una famiglia con la quale vorrei stare, ma non lo farò, non quest'anno. il Natale lo trascorrerò in corsia". 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy