Salta al contenuto principale

Ecco il "bonus bebé" della Provincia: da 1200 a 2400 euro all'anno per chi fa figli (ed è in Italia da almeno 10 anni)

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 15 secondi

La giunta provinciale ha deciso: assegno a chi fa figli, dai 1200 euro all’anno per il primo, fino a 2400 euro all’anno per tre o più pargoli. Ma bisogna essere “trentini” da due anni ed essere in Italia da almeno dieci.

Ci informa un comunicato di piazza Dante che “Il regolamento che stabilisce i requisiti di accesso all’assegno di natalità è stato modificato, la soglia dell’indicatore della condizione economico finanziaria per l’accesso a questa misura è stata fissata a 0,40. L’obiettivo, in questo anno contraddistinto dalla pandemia, è di consentire a un numero maggiore di persone di usufruire di questo contributo, che sostiene la natalità e le nostre famiglie”. È con queste parole che l’assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia Stefania Segnana, illustra la deliberazione adottata oggi dalla Giunta provinciale, che detta le condizioni e i requisiti necessari ai nuclei familiari per accedere all’assegno di natalità. La misura ha la durata massima di 36 mesi, a decorrere dal mese successivo alla nascita e si applica anche ai figli adottati, a decorrere dal mese successivo all’adozione.

Il “Piano strategico straordinario a favore della famiglia e la natalità”, approvato nel novembre 2019, è finalizzato a contrastare il calo demografico attraverso una pluralità di strumenti fra i quali anche il riconoscimento di un assegno di natalità. La deliberazione oggi adottata dalla Giunta, su proposta dell’Agenzia provinciale per la famiglia, natalità e politiche giovanili in collaborazione con l’Agenzia provinciale per l’assistenza e la previdenza integrativa, fissa appunto i nuovi criteri previsti. Contestualmente la Giunta provinciale ha provveduto anche a modificare il regolamento per i requisiti di accesso all’assegno di natalità.

Requisiti. Possono accedere a questa agevolazione i nuclei familiari con indicatore della condizione economica familiare (Icef) non superiore a 0,40, residenti in via continuativa in provincia di Trento negli ultimi due anni e in Italia negli ultimi 10 anni.

Massimo per tre anni. Misura dell’assegno euro 1.200 all’anno, rapportato a mese, per il primo figlio;

euro 1.440 all’anno, rapportato a mese, per il secondo figlio

euro 2.400 all’anno, rapportato a mese, per il terzo figlio e successivi;

L’assegno è riconosciuto per la durata di 3 anni ed è incompatibile con l’analoga agevolazione prevista dallo Stato, erogata dall’INPS, per il primo anno dal mese successivo alla nascita o all’adozione. Per i figli nati o adottati negli anni 2020 e 2021, per i primi dodici mesi l’assegno è erogato dallo Stato e la Provincia riconosce l’assegno di natalità a decorrere dal 13° mese di nascita o adozione per i successivi due anni, con verifica annuale del mantenimento delle condizioni che danno diritto all’accesso.

Come fare domanda. La domanda dell’assegno di natalità della Provincia, per i nati o adottati nell’anno 2020 per il secondo anno di vita o di adozione, è presentata all’Agenzia provinciale per l’assistenza e la previdenza integrativa attraverso gli istituti di patronato e assistenza sociale, contestualmente alla domanda dell’assegno unico provinciale riferito al periodo 1 luglio 2021 – 30 giugno 2022 con riconoscimento dell’assegno di natalità a decorrere dal 13° mese di vita o di adozione. L’Assegno è rinnovato per il terzo anno di vita in presenza del mantenimento dei requisiti per l’accesso.
Per i nati o adottati nell’anno 2021 per il secondo anno di vita o di adozione, la domanda è presentata contestualmente alla domanda di assegno unico provinciale per l’anno 2022. I requisiti per l’accesso all’assegno di natalità e gli elementi per la determinazione della relativa misura sono dedotti dalla domanda per il conseguimento dell’Assegno unico provinciale. Il contributo è rinnovato per il terzo anno di vita in presenza del mantenimento dei requisiti.

Dove avere informazioni? Agenzia provinciale per la previdenza integrativa – APAPI Contatti: tel. 0461/493234 - mail agenzia.prev@provincia.tn.it – web www.apapi.provincia.tn.it Agenzia provinciale per la famiglia, natalità e politiche giovanili Contatti: tel. 0461-494110 – mail agenziafamiglia@provincia.tn.it – web www.trentinofamiglia.it Sportelli degli istituti di patronato e assistenza sociale

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy