Salta al contenuto principale

Rimozione e abbattimento orsi

L'Oipa contro l'assessora Zanotelli

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

«Siamo all’ennesima dichiarazione di guerra alla fauna di un’amministrazione che non interviene per una serena convivenza».

Lo afferma l’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa) in riferimento ad affermazioni dell’assessora della Provincia autonoma di Trento, Giulia Zanotelli, sul possibile abbattimento di orsi.

«Non appare - prosegue la nota - una politica lungimirante quella di Fugatti e Zanotelli: non lavorano a un piano per la convivenza pacifica tra uomo e animale, come previsto dal Piano d’Azione interregionale per la conservazione dell’Orso bruno sulle Alpi centro-orientali (Pacobace), e non considerano che l’opinione pubblica vuole gli orsi protetti e non abbattuti o in gabbia.

Una condotta che sta causando anche danni al settore turistico del Trentino e alla stessa reputazione dell’Amministrazione della Provincia di Trento». L’Oipa annuncia che «continuerà a difendere gli orsi del Trentino nelle opportune sedi legali e a lottare affinché nessuno modifichi la normativa a tutela della fauna selvatica, un bene prezioso da salvaguardare e da rispettare».

L'assessora Zanotelli aveva detto, fra l'altro: «Il Rapporto risulta sostanzialmente in linea con le conclusioni del documento redatto dalla Provincia, confermando che la rimozione mediante abbattimento di determinati soggetti problematici ‘diventa un’opzione necessaria ed inevitabile».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy