Salta al contenuto principale

Italia, i contagi scendono a 1.350

ma calano anche i tamponi

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 52 secondi

In calo il numero dei contagi di nuovo coronavirus nelle ultime 24 ore: sono 1.350 i casi a fronte dei 1.587 del giorno precedente.

Stabile il numero dei decessi, 17 morti nell'ultimo giorno rispetto alle 15 vittime di ieri. Il totale dei morti è 35.724. In netta diminuzione il numero di tamponi effettuati: 83.428, circa 28mila in meno di ieri. Questi i dati nel bollettino del ministero della Salute.

La Campania è l'unica regione che supera i 200 nuovi casi (+243), seguita dal Lazio (+198). Netto calo dei casi in Lombardia, 90 in un giorno.

Non pervenuto il dato della Regione Abruzzo.


Nel resto d'Europa situazione più critica, oltre agli aumenti di casi in Francia e in Belgio, sotto pressione la Repubblica Ceca: il ministro della Sanità, Adam Vojtech, ha presentato oggi le sue dimissioni. "Voglio dare spazio a soluzioni nuove per l'epidemia", ha affermato. "Sono diventato il ministro del covid-19. Mi azzardo a sostenere che nella prima ondata dell'epidemia ce la siamo cavati molto bene. Non ho di che vergognarmi del lavoro che abbiamo svolto", ha aggiunto. Vojtech, avvocato, era in carica come ministro dal 2017.

Il Regno Unito potrebbe tornare a ottobre a un livello di 50.000 contagi da coronavirus al giorno (contro i 3900 di ieri) e di 200 morti quotidiani, se il rimbalzo dei casi non verrà fermato ora. Lo hanno detto in un briefing i professori Patrick Vallance e Chris Whitty, consiglieri del governo di Boris Johnson, indicando la necessità di restrizioni sui contatti sociali in tutte le aree del Paese dove l'indice d'infezione Rt sia di nuovo superiore alla soglia 1. Vallance ha pure additato gli esempi di Francia e Spagna, dove i contagi - più numerosi rispetto al Regno - sono riaumentati fra i ventenni per poi estendersi ad altre fasce di età e portare anche ad una graduale ripresa dei decessi.

Anche la Germania prepara un giro di vite. L'uso della mascherina obbligatorio anche all'aperto, in alcuni luoghi del centro storico, e severe limitazioni al contatto (non potranno incontrarsi più di 5 persone): cosi Monaco di Baviera stringe la morsa delle regole anti-Covid. Alla luce dell'aumento dei contagi nel capoluogo del Land del sud della Germania - nel weekend ha superato la soglia limite, registrando 55,6 nuovi casi per 100 mila abitanti in 7 giorni - l'amministrazione ha annunciato le nuove misure, in vigore da giovedì prossimo.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy