Salta al contenuto principale

Dieci consiglieri di minoranza

chiedono e ottengono una seduta

per parlare della scuola trentina

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 45 secondi

Dieci consiglieri di opposizione del Consiglio provinciale di Trento hanno presentato la richiesta di una convocazione straordinaria del Consiglio per poter discutere «in tempo utile» con l’assessore Bisesti e la Giunta su come gestire l’emergenza epidemiologica nelle scuole.

Oltre alla garante delle minoranze, Paola Demagri, prima firmataria, hanno sottoscritto la richiesta indirizzata al presidente Kaswalder anche i consiglieri Rossi, Dallapiccola, De Godenz, Tonini, Ferrari, Zeni, Marini, Ghezzi e Degasperi.

L’assemblea si riunirà così per la prima volta nella storia, il mese prossimo, in videoconferenza, dopo la simulazione che avverrà il 27 aprile.

La proposta di convocazione straordinaria del Consiglio sarà oggetto della riunione dei capigruppo convocata dal presidente Kaswalder martedì 28 aprile. L’incontro online servirà anche per valutare le norme che il presidente presenterà sulle modalità operative con cui poter svolgere le sedute in forma telematica, rese possibili dalla modifica del regolamento interno approvata in aula il 16 aprile scorso.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy