Salta al contenuto principale

Roland Garros, passa Nadal

ma Sinner va vicino all'impresa

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 18 secondi

Finisce ai quarti di finale, ma con molto onore, l'impresa di Jannik Sinner al Roland Garros. Il 19enne altoatesino è stato battuto dal campione spagnolo Rafael Nadal col punteggio di 7-6 (7-4), 6-4, 6-1.

Per Sinner due primi set di grande concentrazione e determinazione, un tie-break e una sconfitta di misura, prima di cedere probabilmente più sul piano mentale che tecnico-atletico, solo quando il coriaceo avversario era già avanti due set a zero.

Nel primo set Sinner ha avuto anche il turno di servizio con la possibilità di chiudere, era avanti 6-5 ma ha subito un contro break dello spagnolo. Nel secondo set, Sinner ha nuovamente messo a segno per primo un break su Nadal, per poi però subirne due. Un'altra storia, coem detto, il terzo set che porta l'incontro ai titoli di coda annunciando l'arrivo di una stella dolomitica fra i grandi delt tennis mondiale.

Un'esperienza importante, dunque, per il pusterese di Sesto, fino a 14 anni impegnato nello sci alpino agonistico, che a Parigi mette a segno il miglior risultato storico e ora entrerà nella top 50.

Alla ricerca della tredicesima storica incoronazione a Parigi, Nadal si è qualificato dunque per le semifinali contenendo gli assalti del giovane Sinner (n.75) fino all'una e 25: iniziato dopo le 22:30, quello di ieri notte è stato il match finito più tardi nella storia del Roland Garros.

Lo spagnolo affronterà ora per un posto in finale l'argentino Diego Schwartzman (n.14), che ha battuto in cinque set dopo più di cinque ore il numero 3 al mondo Dominic Thiem.

Nella foto, Sinner ripreso durante la sfida della notte scorsa con Nadal.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy