Salta al contenuto principale

Autralian Open: un positivo

In quarantena 72 tennisti

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 5 secondi

Ben 72 giocatori in isolamento nelle loro stanze d’albergo e adesso il primo positivo. La strada verso il primo Slam della stagione è sempre più in salita. Gli organizzatori hanno annunciato infatti che uno dei tennisti attesi ai prossimi Australian Open - la cui identità non è stata svelata - è risultato positivo al Covid-19 e almeno altre nove persone infette legate al torneo sono in quarantena a Melbourne.

L’Open australiano, comunque, non è in dubbio al momento: gli organizzatori hanno ribadito che i preparativi verso l’8 febbraio andranno avanti e senza modifiche. In molti fra i giocatori si sono lamentati della rigidità dei protocolli e in particolare del fatto che chi è in isolamento in albergo non può allenarsi in campo a differenza di tutti gli altri.

A questo proposito Novak Djokovic si era rivolto agli organizzatori perchè venisse concesso un alleggerimento delle norme, come una riduzione dei giorni di isolamento rispetto ai 14 previsti o il trasferimento in abitazioni private con campi dove allenarsi. Fra l’altro alcuni tennisti sostengono di non essere stati informati della quarantena obbligatoria per tutti i passeggeri qualora ci fosse stato un positivo al Covid sul volo. Ma le autorità locali sono irremovibili: «Tutti sono stati informati sulle condizioni da rispettare per venire qui, non ci saranno trattamenti speciali», le parole di Daniel Andrews, governatore di Victoria.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy