Salta al contenuto principale

Brignone: «La Coppa

arrivata a casa col corriere»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 47 secondi

«Il mio sogno era vincere la Coppa del Mondo. Purtroppo non mi hanno mai premiato a causa dell’emergenza sanitaria, le coppe sono poi arrivate per posta con un corriere espresso: è stato un momento molto brutto». Lo ha dichiarato Federica Brignone, ospite della trasmissione «E poi c’è Cattelan» su Sky Uno, parlando del trionfo nella classifica generale della Coppa del Mondo di sci alpino. «Quanti punti mi mancavano per vincere la Coppa se non ci fosse stata l’interruzione per il coronavirus? Dovevo ancora menare», ha ammesso con un sorriso la sciatrice azzurra, per poi parlare della sua quarantena forzata per la pandemia.

«Un periodo complesso. Passo tanto tempo in cucina, mi piace cucinare, sto continuando le mie lezioni di hip hop e ho iniziato a suonare la chitarra. Ho cucinato anche per mia mamma (l’ex sciatrice Maria Rosa Quario) che si è presa il coronavirus: ora sta benissimo, ma ci siamo preoccupati», ha concluso la Brignone.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy