Salta al contenuto principale

Pronti via, per Dorothea Wierer

è subito vittoria in Finlandia

nella prima di Coppa del mondo

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 33 secondi

Alla vigilia della gara d’apertura della stagione si era nascosta, quasi volesse spegnere i riflettori inevitabilmente accesi su di lei.

In pista invece Dorothea Wierer ha sfoderato gli artigli vincendo un’appassionante individuale femminile sulla pista finlandese di Kontiolahti, dove cinque anni fa fallì il bronzo iridato sempre nell’individuale a favore di Kaisa Makarainen.

Stavolta invece la fenomenale altoatesina delle Fiamme Gialle è riuscita a resistere al travolgente finale di Denise Herrmann, uscita dall’ultimo poligono con un ritardo di 41” dalla due volte vincitrice della Coppa del mondo, alla fine relegata alla piazza d’onore per appena 8 decimi, mentre la svedese Johanna Skottheim ha occupato il terzo gradino del podio a 24”1.

La Wierer, al nono sigillo in carriera in una gara individuale (la quarta nella specialità), ha saputo gestire le forze nel modo migliore, con quattro poligoni perfetti che le hanno permesso di controllare la situazione nel fondo e porre subito le basi per un’altra stagione da grande protagonista.

Giornata da dimenticare per il resto della squadra azzurra, con Federica Sanfilippo al 47° posto, Lisa Vittozzi 84° (con quattro errori nella prima serie che ne hanno compromesso la prova), Nicole Gontier 85° e Irene Lardschneider 89°.



Sul fronte maschile, Sturla Holm Laegreid si è imposto a sorpresa nell’individuale d’esordio.

Il 23enne norvegese, che prima di oggi aveva un scarsissima esperienza internazionale con sole 4 apparizioni sul circuito maggiore, si è reso invece autore di una prova da veterano, in cui ha realizzato un fantastico 0 al poligono di tiro, grazie al quale ha preceduto il compagno di squadra e detentore della coppa di cristallo Johannes Boe, in ritardo di 19«6 a causa di un errore, mentre il tedesco Erik Lesser ha completato il podio con il terzo posto grazie ad un bel rush finale a spese del francese Quentin Fillon Maillet.

In casa Italia buono il comportamento di Lukas Hofer: il carabiniere altoatesino, a corto di condizione dopo una preparazione non ottimale, ha giocato d’esperienza e nonostante tre errori ha saputo cogliere il ventesimo posto. Appena fuori dalla zona punti Didier Bionaz (42° con 2 errori), mentre Patrick Braunhofer ha concluso 71° con tre errori.

Domani, domenica, si torna in pista con una sprint alle 10.30.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy