Salta al contenuto principale

Strade interrotte e vari blackout

Lunga coda di tir sull'A22

Aumenta il pericolo di valanghe

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 16 secondi

Problemi alla viabilità in Alto Adige a causa delle intense piogge e delle forti nevicate che stanno interessando l'intera area dolomitica inn queste ore.

Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco per liberare le strade da alberi caduti. Sconsigliati gli spostamenti.

Lungo l’Autostrada del Brennero, in direzione nord tra Chiusa e Vipiteno, c’è una coda di mezzi pesanti.

Sempre in regione sono chiusi per motivi di sicurezza, fra gli altri, i passi passo Palade, Giovo, Pennes, Gardena, Sella, Valles, Pordoi, Campolongo, Valparola, Fedaia, anche sui versanti in propvincia di Belluno.

La linea ferroviaria della val Pusteria tra Valdaora e Lienz (Austria) è interrotta fino a lunedì 7 compreso, per motivi di sicurezza. È stato istituito un servizio sostitutivo con autobus. In Trentino è in vigore l’allerta di livello arancione. È stato istituito un servizio sostitutivo con autobus. In Trentino è in vigore l'allerta di livello arancione.

A causa delle intense nevicate e degli alberi caduti sui cavi elettrici, alcune centinaia di utenze sono prive di corrente in val d’Ultimo, in val Sarentino e nei comuni di Castelrotto, Appiano e Sesto. Lo rende noto la Provincia spiegando che i tecnici sono al lavoro. Anche in trentino ieri sera si sonor egistrati qalcuni brevi blackout, interventi di vigili del fuoco e squadre tecniche per le verifiche sulle linee.

Sul fronte viabilità, i maggiori problemi si registrano nei pressi del passo del passo delle Palade, in val d’Ultimo e in val Passiria per alberi caduti sulle strade, frane e slavine locali.

La val Martello attualmente non è raggiungibile ed inoltre la strada della val Senales è chiusa a partire da Madonna di Senales. Interrotti i collegamenti ferroviari nell’alta val Pusteria.

Sull'Autobrennero lunga colonna di tir fermi a causa della neve, traffico deviato tra Chiusa/Valgardena e Bressanone in carreggiata nord. Grande lavoro per i mezzi sgombraneve, mentre si susseguono gli inviti alla prudenza e a spostarsi solo in caso di necessità.

 A causa dei blackout e delle slavine di oggi in Alto Adige, la Protezione civile ha deciso di di elevare il livello di attenzione provinciale meteo da alfa al preallarme (bravo) sino a lunedì 7 dicembre.
«Il pericolo di valanghe rimane elevato al livello 4 su di una scala di 5», rileva Lukas Rastner dell’Ufficio di meteorologia e prevenzione valanghe. Si sono verificate valanghe, ad esempio, in val d’Ultimo, val Passiria e val Fiscalina. A causa delle precipitazioni nevose è prevedibile un ulteriore peggioramento della situazione. Potrebbero verificarsi slavine, cadute di alberi, frane e smottamenti, esondazioni circoscritte, interruzioni di corrente, delle comunicazioni e del traffico.
Attualmente si riscontrano varie situazioni problematiche in merito all’approvvigionamento elettrico in val d’Ultimo ed in val Sarentino, ad Appiano, Maranza, Selva dei Molini, Lappago e Sesto.

Nella foto, la nevicata a Merano

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy