Salta al contenuto principale

Ceniga, il Comune sistema

la rete della acque bianche

Partito anche l’ampliamento della scuola materna di Dro con spazi per il nido

Chiudi

Vittorio Fravezzi, Upt, Gruppo Autonomie

Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 30 secondi

Al via nuove opere pubbliche nella comunità di Dro. La giunta comunale guidata dal sindaco Vittorio Fravezzi (in foto) ha dato il via libera al progetto esecutivo per la realizzazione della rete acque bianche lungo via Arco nella frazione di Ceniga. Un’opera attesa nella frazione droata, che completa la rete dell’illuminazione pubblica e delle acque bianche su via Arco dal bivio con la ex-statale 45 bis «Gardesana» fino all’incrocio con via Montebello (secondo un progetto iniziale dello Studio Stea Progetto Srl di Arco).
Il progetto esecutivo, redatto dal geometra Rudolf Torboli di Riva del Garda, prevede ora un importo complessivo di 130 mila euro (circa 100 mila euro per lavori e 30 mila per somme a disposizione) e sarà finanziato con le risorse del Fondo strategico territoriale e con fondi dell’amministrazione.
«Un’opera che completa un servizio essenziale per la comunità di Ceniga, migliorando fruizione ed efficienza dell’intera rete idrica - spiega il sindaco Vittorio Fravezzi - i lavori potrebbero iniziare già in autunno, una volta conclusa la procedura d’appalto seguita dal nostro ufficio tecnico».
Nel comune di Dro si sono aperti altri importanti cantieri pubblici. «Da alcuni gironi è stato avviato l’ampliamento delle scuola materna di Dro (prevista la sopraelevazione di un piano opera da circa 55 mila euro), garantendo nuovi spazi anche per il servizio di asilo nido - conferma Fravezzi – a breve partirà ora la riqualificazione e il nuovo arredo urbano in via Prati a Dro, allargando la careggiata demolendo la canaletta a fini irrigui (38 mila euro), ed in via Torretta a Pietramurata, completando pavimentazione ed arredi in porfido (53 mila euro). È stato inoltre dato il via libera al progetto esecutivo per il nuovo parco urbano a Dro (nei pressi di via Scuole), un intervento atteso e per il quale servirà ora l’acquisizione delle aree necessarie (250 mila euro)».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy