Salta al contenuto principale

Le elementari Montessori

avranno cinque nuove aule

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 13 secondi

Cinque nuove aule con atrio autonomo e un investimento complessivo di 914 mila euro per le Elementari Montessori di Pergine.
Via libera al progetto esecutivo e agli indirizzi per l'esecuzione del nuovo polo didattico ad indirizzo montessori che sorgerà nei pressi delle scuole Medie «Tullio Garbari» di via Paganella a Pergine sopraelevando l'attuale auditorium.

L'esecutivo perginese ha approvato il progetto finale redatto all'architetto Paolo Lucchi dello studio «Archingegno» di Pergine, e dagli ingegneri Massimo Bertoldi e Michele Tarolli del «Polo tecnologico per l'energia Srl» con il coordinamento dei funzionari della Direzione comunale lavori pubblici e patrimonio Ciro Benoni e Andrea Fontanari. Con un investimento totale di circa 914 mila euro (653 mila euro per lavori e 261 mila per somme a disposizione) verranno create cinque nuove aule (tre quelle previste nel preliminare) destinate alle Elementari ad indirizzo Montessori che fanno parte del Comprensivo «Pergine Due» guidate dal neo dirigente scolastico Stefano Morelato.

«E' emersa la necessità di realizzare cinque aule predisponendo un atrio d'ingresso autonomo - spiega la relazione progettuale - verrà ora utilizzato un sistema costruttivo leggero in legno x-Lam, con rivestimento metallico delle facciate in analogia con quelle già esistenti adottando una soluzione costruttiva, architettonica e morfologica in stretta relazione col volume esistente. Il progetto prevede infatti la sopraelevazione dell'attuale auditorium per ricavare quattro aule, mentre verrà ricavata una quinta aula a quota leggermente inferiore (m. 3.65)». Scartata per ora l'ipotesi di creare un accesso orientale ed un collegamento diretto con il parcheggio di via Petrarca (con coperto da adeguate risorse), per l'avvicinamento e l'accesso alle nuove aule si utilizzerà la scala esterna già esistente e che conduce agli uffici del primo piano (segreteria e presidenza), mettendo a disposizione di chi avrà ridotta capacità motoria l'ascensore del blocco uffici.

«E' previsto un atrio principale e autonomo a cui si accederà a cinque diverse, una a livello dell'atrio e quattro aule collegate con scala interna e servo-scala, con blocco servizi e ripostiglio lungo lo stesso corridoio (in totale 388 mq e 906 mc) - precisa la relazione - il progetto prevede la trasformazione dell'attuale laboratorio in aula didattica con nuove finestre sulla parete orientale».
Se il riscaldamento sarà a pannelli in pavimento, integrato da sistema di trattamento e ricambio dell'aria, grande attenzione sarà data alla scelta dei corpi illuminanti sia per il contenimento dei consumi energetici sia per garantire un buon comfort illuminotecnico (corpi fluorescenti compatti incassati nel controsoffitto o plafoniere ed applique). La relazione sottolinea inoltre che, vista la disponibilità residua di sei posti auto, l'intervento non necessita di ulteriori posti auto rispetto agli esistenti. Conclusa la parte progettuale l'opera potrebbe essere appaltata entro fine anno, e i lavori partire nella primavera 2021 non interferendo con la normale attività didattica.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy