Salta al contenuto principale

Riva: gli ambientalisti

criticano l'esperimento

di sanificazione della spiaggia

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

Il coordinamento ambientalista del Trentino (Enpa, Lac, Lav, Legambiente, Lipu, Pan-Eppaa, Wwf) critica l’esperimento condotto a Riva del Garda per sanificare velocemente spiagge, locali e attrezzature e rivolge un appello al Comune di Riva e a tutti i Comuni del Trentino per “evitare azioni eccessivamente invasive, rimanendo nell’ambito delle linee guida diffuse dal ministero della Salute”.

“Disinfettare in maniera generalizzata e indifferenziata l’ambiente esterno potrebbe essere inutile perché non ci sono evidenze scientifiche che le superfici calpestabili come spiagge e aree verdi siano in qualche modo coinvolte nella trasmissione dei virus”, sottolineano gli ambientalisti.

“Ricordiamo anche - aggiungono - che le spiagge e le aree verdi sono ambienti naturali ricchi di vita e verrebbero gravemente danneggiati dall’uso indiscriminato di sostanze disinfettanti. Mentre sono da incentivare le buone pratiche comportamentali quali il distanziamento fisico, l’igiene respiratoria e l’igiene delle mani, unitamente alla sanificazione delle attrezzature a disposizione della clientela e dei locali (bagni, spogliatoi, giochi, lettini), nonché il corretto smaltimento di mascherine e guanti usati”.

Leggi anche:

I cannoni da neve per sanificare la spiaggia

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy