Salta al contenuto principale

Riva: più di 50 soccorsi

della polizia in agosto

nelle acque del Garda

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 52 secondi

Quello di agosto è stato un mese decisamente impegnativo per le forze dell’ordine: la Squadra acque interne della Polizia di Riva del Garda ha effettuato infatti più di cinquanta soccorsi.

Questo a causa sia del maggior numero di turisti e diportisti, sia del meteo.

In particolare domenica 30 agosto, mentre era in atto una regata zonale di trenta barche classe 29er, si è abbattuto un fortunale a centro lago, al confine tra Trentino e Veneto. Il vento a raffiche e la pioggia battente hanno fatto scuffiare tutte le imbarcazioni scaraventando gli equipaggi in acqua. Grazie alla collaborazione tra Squadra acque interne e i gommoni dell’organizzazione, tutti i partecipanti sono stati portati in salvo. Molte barche hanno sofferto la rottura dell’albero o delle vele.

E nella stessa domenica, mentre i Vigili del Fuoco erano intervenuti per rimuovere i detriti portati dal fiume Sarca, la polizia è intervenuta per allontanare surfisti e curiosi dalla foce del fiume. Il vicequestore Salvatore Ascione, dirigente del Commissariato a Riva, ribadisce l’importanza della prudenza e dell’attenzione alle allerte meteo.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy