Salta al contenuto principale

Gardesana Occidentale chiusa

massi sulla strada ieri sera:

nessun danno, si valuta la parete - VIDEO

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 8 secondi

 Giornata di maltempo diffuso ieri su tutto il Trentino, ma con caratteristiche diverse. Temporali, acquazzoni, raffiche di vento. Queste ultime hanno colpito particolarmente l’Alto Garda.

Il vento ha toccato i 40 nodi a metà pomeriggio, spazzando il lungolago di Riva e quello di Torbole, le spiagge e ovviamente il lago stesso, dove nonostante tutto c’era ancora qualche vela al largo. I vigili del fuoco di Riva sono dovuti intervenire per riportare a terra un velista a bordo del suo «Laser», e un surfista in difficoltà ma che poi è riuscito a rientrare. Nelle zone più esposte del lungolago si sono viste onde alte alcuni metri, in particolare dove il lago impatta sulle massicciate della Rocca, del Lungolago Brescia a Riva, nelle vicinanze del porticciolo di Torbole. Nessuno si è fatto male e nel tardo pomeriggio la potenza del vento è andata via via scemando. Verifiche su tetti e cornicioni.

Attorno alle 20 altro intervento sulla Gardesana Occidentale all’altezza della Casa Cantoniera. Una scarica di sassi (e un masso di un discrete dimensioni) caduti sulla statale, con la squadra rivana in azione sul posto e fotoelettrica dei colleghi di Dro a illuminare la parete da punta Lido.

La Gardesana Occidentale è stata chiusa, ed è ancora interdetta al traffico mentre si sta eseguendo un sopralluogo con l'elicottero, ed un geologo della Provincia, per valutare lo stato di pericolosità della parete.

IL VIDEO 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy