Salta al contenuto principale

Salvato dopo un incidente

è tornato per ringraziare

i vigili del fuoco di Arco

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 17 secondi

Il drammatico incidente stradale lo aveva lasciato in bilico tra la vita e la morte per più di due settimane. Alessandro Di Francesco, allora 21 anni, era rimasto gravemente ferito nel terribile sinistro sulla provinciale di San Giorgio il 29 maggio 2017.

Dopo un periodo di recupero intensivo ha avuto modo di conoscere i vigili del fuoco di Arco che lo hanno soccorso e ha deciso di premiare il corpo volontario con una somma di denaro che sarà impegnata per la sostituzione e il miglioramento delle attrezzature in dotazione.

È stato un momento emozionante, all'assemblea generale di giovedì sera, il ricordo di quell'intervento e la riconoscenza del giovane che ha voluto conoscere personalmente i suoi «angeli custodi» e lasciare un segno di ringraziamento a tutto il corpo volontario.
All'assemblea presieduta dal comandante, Stefano Bonamico, erano presenti più di cinquanta vigili, l'ispettore distrettuale, Marco Menegatti, il sindaco, Alessandro Betta, e l'assessora al bilancio, finanze e patrimonio, Francesca Modena. L'organico complessivo è composto da 96 persone, 68 in servizio attivo, 15 allievi, 7 onorari e 6 sostenitori. Gli interventi effettuati finora, dal primo gennaio 2020, sono stati 1043 con un incremento notevole rispetto allo stesso periodo del 2019 quando erano stati 858, aumento dovuto soprattutto alle attività legate all'emergenza coronavirus.

All'assemblea si è trattato dell'attività amministrativa: tra le voci di spesa accertate, alcune hanno rappresentato «un momento particolare in quanto accertavano entrate legate a due donazioni; la prima proprio quella di Alessandro Di Francesco e la seconda, ancora nella prima ondata della pandemia da coronavirus, dalla Cassa rurale Alto Garda che ha dato un contributo di 26 mila euro destinati all'acquisto di dispositivi per la sanificazione degli ambienti, distribuiti poi presso i corpi di Arco, Riva del Garda, Bleggio Superiore e Vezzano. «È stata una cosa bellissima quella di Di Francesco - ha detto il comandante - siamo stati molto contenti. Vogliamo anche ringraziare la cassa rurale, la Provincia e il Comune e le tante persone che ci hanno supportato».
Bonamico ha comunicato anche che verrà aggiornata l'attrezzatura in dotazione per l'emergenza alluvioni; mentre per la sostituzione dell'autobotte, piuttosto vecchia, la Provincia ha approvato lunedì il finanziamento e parimenti il Comune ci metterà 60 mila euro.

L'assessora al bilancio e al patrimonio Francesca Modena si è congratulata con il corpo per la costante presenza sul territorio e per la gestione economica; ha ringraziato anche l'ex assessore Tommaso Ricci per il supporto profuso negli anni.
Il sindaco, dopo aver portato i saluti da parte di tutta l'amministrazione comunale, ha messo al corrente il corpo su quanto trattato e attuato dall'attuale centro operativo comunale (Coc) che periodicamente si riunisce sotto la sua guida. «Siamo noi che non ringrazieremo mai abbastanza i vigili del fuoco - ha detto il sindaco - sempre impegnati su tanti fronti, sempre molto apprezzati all'interno della comunità». L'ispettore distrettuale infine ha portato il saluto di tutta l'Unione.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy