Salta al contenuto principale

L'Aquila di San Venceslao

a don Marcello Farina:

la consegna il 23 luglio

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 53 secondi

Don Marcello Farina, classe 1940, uno dei sacerdoti più profondi e sensibili della diocesi, riceverà l’Aquila di San Venceslao nel corso di una cerimonia che si svolgerà il 23 luglio a Palazzo Geremia.

Quella di don Farina è una delle figure più note e in grado di favorire il confronto sia all’interno che all’esterno del mondo cattolico. Docente di filosofia al liceo, ha avuto successivamente incarichi di insegnamento all’Università di Trento, nell’ambito del corso superiore di scienze religiose della Fondazione Bruno Kessler e presso l’Università della terza età. In passato non sono mancate le divergenze di opinioni rispetto a chi guidava la diocesi, ma il merito di don Marcello è sempre stato quello di favorire un dialogo ampio e senza preconcetti di parte in ambito culturale e religioso.

Spesso, ha preso anche le parti di chi era più debole dedicando parole di conforto sia nei dialoghi personali, sia durante le sue omelie.

Proprio per questo ruolo ora riceverà il sigillo della città da parte del sindaco Alessandro Andreatta che gli conferirà appunto l’Aquila di San Venceslao.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy