Salta al contenuto principale

La band trentina Faultier

pronta per Sanremo Rock

con un nuovo videoclip

Il quartetto esce dalla dimensione live per lanciare "Un posto per uno" singolo che anticipa la pubblicazione dell'Ep "Passerà"

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 48 secondi

Primo singolo con videoclip per la band trentina dei Faultier. Le note sono quelle del brano «Un posto per uno» lanciato questa settimana dalla formazione che fino ad oggi aveva puntato unicamente sulla dimensione live partecipando anche alle ultime edizioni dei concorsi “Suoni Universitari” e “Upload”.

I Faultier, nome che in tedesco significa bradipo, ovvero l’animale pigro per eccellenza, hanno una line up formata da Michele Citarda (voce e chitarra), Giorgio Santolini (chitarra) e Piergianni Burreddu (basso) e dal batterista Giacomo Longato, spiegano così il senso della loro canzone: «Questo pezzo racconta un luogo - “Un posto per uno” appunto - che, a seconda dei momenti e delle persone, cambia di significato. Come per esempio una camera o un letto in cui si consuma una relazione. Un posto per uno che se vissuto in due finisce per trasformare la quotidianità».

 

Il singolo è stato registrato, missato e masterizzato da Cristian Postal ed Elisa Pisetta presso il Dingo Studio ed è già disponibile anche su Spotify mentre il videoclip è stato girato e montato da Giacomo Longato, autore anche dell’acquarello che fa da copertina a questo brano d’esordio.

Nonostante l’emergenza Covid-19, i Faultier hanno voluto presentare al pubblico in questo frangente il primo assaggio della loro produzione che non si ferma qui perchè è in cantiere già il secondo singolo cui seguirà la pubblicazione dell’Ep dal titolo “Passerà”.

Durante la quarantena la band trentina ha proposto sui propri canali social una versione del proprio brano originale “Whisky e Cola” suonato in remoto e due cover version che sono disponibili su Youtube: quella di “Senza un perché” di Nada Malanima e di “Lamento Sertanejo”, un brano de due grandi artisti brasiliani Gilberto Gil e Dominguinhos, composto nel 1975.

«Un aspetto positivo della quarantena - raccontano i tre musicisti su questo omaggio - è che si esplorano mondi e suoni di un passato ormai dimenticato. Quello che hanno abbiamo scoperto in questo brano è un vero e proprio “lamento dall’entroterra” che più che una litania sembra una critica alla società contemporanea». Soddisfazioni per il gruppo arrivano anche sul fronte dei concorsi a livello nazionale: i Faultier sono stati scelti per la fase finale della trentatreesima edizione di “Sanremo Rock” in qualità di rappresentanti del Trentino - Alto Adige. Un periodo intenso, dunque, per la band che è in circolazione dal 2018, e che punta su un cantautorato che profuma di indie rock, un po’ per la musica e un po’ per i testi.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy