Salta al contenuto principale

Il Festival dell'economia 2021

analizzerà il dopo pandemia

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 6 secondi

Si svolgerà dal 3 al 6 giugno 2021 la XVI edizione del Festival dell'economia di Trento. Economisti e studiosi delle diverse discipline, rappresentanti delle istituzioni nazionali e locali, si confronteranno su come affrontare uno scenario assolutamente inedito all'interno del quale si sono sviluppate nuove interazioni tra amministrazioni pubbliche e istituzioni democratiche, fra tecnostruttura e politica, tra società e Stato.

"La pandemia di coronavirus - riflette Tito Boeri, direttore scientifico del Festival - ha spinto il settore pubblico a entrare in modo ancora più invasivo nelle nostre vite, regolando ogni aspetto della nostra quotidianità. Intendiamoci, lo ha fatto per buone ragioni e altri paesi, che hanno avuto uno Stato meno invadente, se ne sono pentiti amaramente." Quando finalmente usciremo dall'emergenza, ci ritroveremo uno Stato ipertrofico che ha invaso campi in passato riservati esclusivamente all'iniziativa privata? A partire da questo interrogativo l'idea del tema dell'edizione 2021: Il ritorno dello Stato. Imprese, comunità, istituzioni.

"La fine della pandemia - spiega sempre Boeri - può essere l'occasione per ridisegnare i confini dello Stato e per rafforzare la sua presenza dove ce n'è maggiore necessità, contemporaneamente progettandone la ritirata altrove. E' indubbio - prosegue Boeri - che la pandemia sia stata uno stress test per le amministrazioni pubbliche. In non pochi casi hanno fallito e dobbiamo imparare da queste lezioni in negativo non meno che da quelle in positivo".

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy