Salta al contenuto principale

Bolzano, Moretti telefona al Filmclub

L'unico cinema d'Italia aperto

che ora proietta "Caro Diario"

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

Nanni Moretti ha chiamato l’unico cinema ancora aperto che in questi giorni proietta "Caro Diario".

«È stato Raimund Obkircher, il nostro responsabile della programmazione, a rispondere al telefono. In un primo momento pensava che si trattasse di uno scherzo, ma poi si è convinto che era Nanni Moretti in persona», racconta Martin Kaufmann.

Grazie a una legge provinciale i cinema e teatri in Alto Adige sono ancora aperti, seppur con rigide misure anti Covid.

In questi giorni "Caro Diario" è in programma accompagnato da un breve video di saluto, nel quale il regista racconta le sue origini altoatesine. Moretti è infatti nato a Brunico, perché sua madre insegnava in Alto Adige.

«Moretti al telefono si è detto molto contento che il suo film venga proiettato oggi e domani al Filmclub, visto che le sale nel resto d’Italia non possono farlo», racconta Kaufmann. Non è la prima volta che il regista prende il telefono in mano per chiamare il cinema bolzanino.

«Era già accaduto alcuni anni fa. All’epoca rispose la segretaria e anche in quell’occasione in un primo momento pensò a uno scherzo», ricorda.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy