Salta al contenuto principale

“Duemilacredici” è il nuovo singolo di Caterina Cropelli

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
4 minuti 2 secondi

Ha le forme sonore di Duemilacredici il nuovo singolo di Caterina Cropelli che è anche il terzo tassello, dopo i brani «O2» e  «Quando», della tracklist del suo primo album d’inediti annunciato per il 27 marzo.

«Duemilacredici», che esce per Fiabamusic/Artist First, verrà lanciato venerdì nelle rotation radio e sarà anche disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download. Un brano, «Duemilacredici» che si sviluppa da un interrogativo: è possibile perdere le coordinate della nostra vita? Nell’era dei social e negli anni che avverano la fantascienza vista da piccoli, tutto scorre così velocemente che ieri, oggi e domani sembrano punti sincronici sulla stessa mappa. I versi del brano «Wireless o 5G, etere o non etere. Esserci, duemila e venti, e crederci. Ai sogni, e amarli: e noi con essi» vogliono spingerci a ripristinare le connessioni umane. E lo fanno proprio in un momento in cui ci troviamo tutti a tenere conto delle distanze fra noi.

«Duemilacredici l’ho scritta - racconta la cantautrice trentina - in un momento in cui ero particolarmente stufa di perdermi nel mondo virtuale dove tutti facciamo un grande rumore ma senza ascoltarci veramente. Così tento di cavalcare quelle onde dell’alta rotazione che portano in giro le canzoni per tornare con i piedi per terra e cercare chi come me ama il contatto».



Anche il presente di Caterina è calato in queste settimane così difficili per tutti: «Spero che questa particolarissima situazione, una volta passata, possa davvero insegnarci ad apprezzare di più gli abbracci, le strette di mano, e lo stare insieme. Oggi questa cosa non è possibile, ma venerdì vi vengo a trovare con una canzone, comunque solare, che ci serve ora più che mai».

Per Caterina questo mese di marzo è quello legato al lancio del suo primo disco dopo l’esperienza di X Factor che ha fatto conoscere il suo volto e la sua musica a livello nazionale. Ma inevitabilmente l’emergenza che sta vivendo il nostro Paese ha delle ripercussioni anche su tutti i progetti legati a questo album. «È da tempo che aspetto di portare in giro - racconta Caterina - le mie canzoni, amo tantissimo la dimensione live perché crea connessioni tra chi lo fa e chi lo ascolta, è qualcosa di impagabile. Purtroppo molte date programmate per aprile in varie zone d’Italia potrebbero saltare, e forse l’uscita di un disco in questo frangente va contro tutte le logiche commerciali. Credo però che ci sia bisogno di musica. Sono fiduciosa nel buon senso degli italiani affinché tutto questo possa durare il meno possibile e che arrivi presto il giorno in cui possiamo riaccendere gli amplificatori e tuffarci nelle emozioni della musica live».



«Duemilacredici»,  mixato da Marco Dal Lago al Wasabi Studios di Trento, è curato negli arrangiamenti da Clemente Ferrari (già al lavoro con Max Gazzè, Fiorella Mannoia e molti altri) che accompagna Caterina anche al basso, tastiere e synt insieme a Davide Aru alle chitarre, Cristiano Micalizzi alla batteria e a Jacopo Broseghini e Federico Sassudelli dei Bastard Sons of Dioniso ai cori.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy