Salta al contenuto principale

Dindo e la brillantezza di Haydn

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 39 secondi

Il celebre violoncellista Enrico Dindo, in qualità di direttore e solista, guiderà gli archi dell’Orchestra Haydn in un programma che comprende il Concerto per violoncello e orchestra n. 1 di Joseph Haydn e la Serenata per archi op. 48 di Pëtr Il’ic Cajkovskij; l’appuntamento è per oggi al Castello di Arco (ore 21.30); l’ingresso è libero previa prenotazione obbligatoria (cultura@comune.arco.tn.it; 0464-583656).

Ben noto al pubblico trentino, Dindo è direttore stabile dell’orchestra da camera «I Solisti di Pavia» (della quale è anche fondatore), è docente presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano, presso la «Pavia Cello Academy» e ai corsi estivi dell’Accademia Tibor Varga di Sion; dal 2013 è Accademico di Santa Cecilia e nel 2014 è stato nominato Direttore Musicale della Croatian Radiotelevision Symphony Orchestra di Zagabria.

L'articolo completo sull'Adige in edicola

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy