Salta al contenuto principale

Risuonano le note in Filarmonica
Per ogni concerto il doppio orario

Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 49 secondi

La Società Filarmonica di Trento riprende la sua stagione concertistica e si rifà degli appuntamenti cancellati questa primavera per via delle note restrizioni.

La sala di via Verdi 30 riapre i battenti nel rispetto di tutte le norme previste dal ministero della salute, il che significa meno posti a disposizione, ma gli abbonati non dovranno rinunciare a nulla: per ogni data in cartellone vi sarà il doppio turno, un concerto alle ore 18 e, dopo le necessarie operazioni di aerazione e sanificazione, lo stesso programma sarà eseguito all'orario canonico, le 20.30.

Questo è stato reso possibile dallo spirito collaborativo degli artisti ingaggiati, che hanno accettato di esibirsi in due performance invece di una mantenendo invariato il loro cachet.

Anche i cinque concerti annullati questa primavera saranno recuperati nelle date possibili, si profila pertanto un autunno denso di appuntamenti per il pubblico e particolarmente impegnativo per lo staff, che oltre all'intensificazione degli impegni dovrà affrontare parecchio lavoro supplementare. Per assistere ai concerti sarà necessaria la prenotazione e sarà data priorità agli abbonati (per abbonamenti e biglietti: 0461.985244, info@filarmonica-trento.it; acquisto online sul sito www.anyticket.it).

Il primo appuntamento della ripresa di stagione giovedì, l'altroieri, con l'ottetto vocale «Voces8» che propone un'antologia di brani dal Rinascimento al Novecento; seguirà il trio formato dalla clarinettista Sabine Meyer con Nils Mönkemeyer alla viola e William Youn al pianoforte (venerdì 25, brani di Robert Schumann, Wolfgang Amadeus Mozart e Schumann-Liszt).

Si prosegue in ottobre con ben quattro appuntamenti e cinque saranno quelli di novembre; la stagione si concluderà il 18 dicembre con il Quartetto Modigliani e la pianista Yeol Eum Son.

Anche «I concerti della domenica» stanno recuperando gli appuntamenti cancellati in primavera, anch'essi con prenotazione obbligatoria ma con turno unico. Il 20 settembre si ascolterà l'ensemble «Bologna Baroque» (Francesco Iorio, Hanna Pukinskaya, Antonio Mostacci, Paolo Potì); il 27 settembre saranno di turno Simone Vebber all'organo e Alessandro Bianchini alle percussioni: oltre a brani di Michael Praetorius, Johann Sebastian Bach e Thierry Escaich, è in programma la prima esecuzione assoluta di «Matching Machines», partitura composta da Marco Uvietta su commissione della Società Filarmonica di Trento.

Infine, gli appuntamenti della rassegna «Invito all'ascolto» saranno recuperati ogni martedì, con inizio alle ore 9 e alle ore 11, dal 15 settembre al 13 ottobre.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy