Salta al contenuto principale

Fisco: dal primo gennaio

in arrivo 50 milioni di atti

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 28 secondi

Ripartono le richieste del fisco che erano state bloccate durante la prima emergenza Covid: si tratta di una 'pioggia' di 50 milioni di atti che l'amministrazione dovrà inviare ai contribuenti 35 milioni tra atti di riscossione (cartelle, ipoteche, fermi amministrativi) sospesi nel 2020 ai quali si aggiungono quelli di inizio 2021. Sono invece 15 milioni gli accertamenti e le lettere di compliance.

Il governo ha già annunciato che punterebbe a una nuova rottamazione e al saldo e stralcio. Provvedimenti che potrebbero arrivare a gennaio con un nuovo decreto Ristori. Nel frattempo si potrà comunque richiedere la rateizzazione.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy