Salta al contenuto principale

Muore a soli 41 anni

autista della Trentino Trasporti:

lascia due bimbi piccolissimi

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 11 secondi

Da poco era stato assunto a tempo indeterminato come autista dei mezzi di Trentino Trasporti, e meno di un mese fa gli era nato il secondo figlio: è una vera tragedia la morte improvvisa di Gianni Facchinelli, di Civezzano.

La morte improvvisa nella mattinata di giovedì: Gianni Facchinelli, è stato stroncato da un malore fulmineo, e non ha avuto scampo.

Il lutto, oltre a rappresentare una tragedia familiare, è un triste momento per la comunità frazionale di Roveré (Civezzano). Gianni (“Rex”, come era soprannominato) se n’è andato in uno dei momenti più gioiosi e densi d’armonia per la sua famiglia: con la moglie Elisa (figlia di un ex collega del nostro centro stampa, Giorgio Lunelli) e il figlioletto Andrea di 2 anni e mezzo, aveva infatti condiviso la gioia della nascita del secondogenito Alex, avvenuta il 25 novembre scorso.

Fra i congiunti più diretti, Gianni lascia nell’immenso dolore pure mamma Adriana, papà Giampaolo - quest’ultimo molto conosciuto e apprezzato per la sua militanza nel volontariato del gruppo alpini di Seregnano Sant’Agnese, del quale è capogruppo da prima che nascesse Gianni - e il fratello Mauro con la sua famiglia.

Probabilmente colpito da arresto cardiaco, mentre si trovava in casa da solo, Gianni Facchinelli è stato soccorso dal personale sanitario, intervenuto assieme a vigili del fuoco e carabinieri, e trasportato all’ospedale Santa Chiara, dove ogni tentativo di rianimarlo è risultato vano. Il funerale verrà celebrato alle 14.30 di martedì 17, nella chiesa di Seregnano.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy