Salta al contenuto principale

Allentare le restrizioni?

Fugatti: «Niente azzardi,

ascolteremo la scienza»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 59 secondi

Saranno le valutazioni scientifiche, relative alla sicurezza sanitaria dei cittadini, ad avere l’ultima parola, o comunque la parola più “pesante”, nella scelta di allentare i divieti anticontagio e aprire all’esterno.

Lo ha ribadito oggi il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, riferendosi sia alla scuola sia alla mobilità delle persone.

«Il rientro in classe avverrà in accordo con le autorità scientifiche e sanitarie, non vogliamo fare scelte azzardate, perché è un settore molto delicato per il contagio. L’assessore Bisesti fa bene a preparare il rientro, ma la scelta deve tener conto di quanto ci dicono le autorità scientifiche».

Per quanto riguarda la mobilità delle persone, Fugatti ha detto: «Non dimentichiamo che in Trentino il dato del contagio è al di sopra della media nazionale: ogni scelta che andremo a fare per “liberare” le persone, verrà fatta con cognizione di causa. Sicuramente, però, qualcosa verrà allentato. Fondamentale sarà il giusto distanziamento, l’uso della mascherina, evitare assembramenti: questi accorgimenti ci consentiranno di uscire in sicurezza, nel momento in cui ci sarà l’apertura verso l’esterno».

Fugatti ha annunciato anche che «è prevista una ulteriore distribuzione di mascherine, abbiamo le scorte sufficienti: avverrà nei prossimi 10/15 giorni da parte della Protezione civile».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy