Salta al contenuto principale

Acciordo Zaia e Fugatti

porte aperte col Veneto

per i comuni confinanti

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 44 secondi

Il governo non concederà il via libera agli spostamenti fra regioni prima di giugno, ma Trentino, Veneto e Friuli si stanno attrezzando per aggirare il divieto, proponendo accordi regionali per coloro che devono per esempio fare visita ai propri congiunti.

Ne aveva parlato ieri in conferenza stampa Maurizio Fugatti, annunciando che erano in corso «contatti» con «il mio amico Zaia» e poco fa Zaia ha annunciato che è stato firmato il patto: «Stiamo procedendo con gli accordi per gli spostamenti tra Regioni; abbiamo chiuso con il Friuli Venezia Giulia, lo abbiamo fatto con il Trentino, stiamo procedendo con le altre regioni» ha riferito il presidente del Veneto Luca Zaia.

Nelle intenzioni, Fugatti e Zaia vogliono aprire il transito nelle due regioni già da lunedì prossimo.

La Provincia di Trento ha poi chiarito che la libera circolazione tra le due Regioni va intesa per i residenti nei comuni confinanti.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy