Salta al contenuto principale

«Non affitto casa ai trentini»

La provocazione dalla Puglia

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
3 minuti 14 secondi

«Causa ordinanza di uccisione orso, qui non si affitta ai trentini». Il cartello con questa frase è comparso lunedì su una casa a Campomarino di Maruggio, splendida località salentina tra Taranto e Gallipoli. E sotto: «Ci dispiace, ma bisogna pur fare qualcosa». Una presa di posizione netta contro l'ordinanza di abbattimento di Jj4, Gaia per gli amici (dell'orsa e del ministro Sergio Costa). A realizzare il cartello Francesco Di Lauro, avvocato, presidente dell'associazione Azzurro Ionio, referente di zona del Wwf e ambientalista da una vita. 


Avvocato buongiorno: sono un giornalista dell'Adige, di Trento. 
Ho già capito, mi chiama per l'orso. Sta facendo il giro d'Italia quel cartello. Le spiego: oggi i miei nipoti, che hanno tanti amici trentini, hanno tolto il cartello e mi hanno fatto pensare. Ho sbagliato, la frase andava formulata diversamente. L'ho scritta serenamente e la credevo chela frase sotto avesse uno spirito conciliativo, ma mi sbagliavo. 
Cosa avrebbe dovuto scrivere? 
Avrei dovuto spiegare bene che non intendo affittare a chiunque, trentino e non, sia favorevole all'uccisione dell'orso. 
Anche perché ci sono trentini che sono contrari all'ordinanza e magari amano il Salento e la Puglia. 
Dovevo fare quella provocazione. Io amo la natura ma la mia è sempre stata un posizione di pacifismo assoluto. Mi sono sempre impegnato per l'ambiente nella mia terra, ma incitare al boicottaggio è sbagliato, lo diceva anche Sandro Pertini. 
Adesso il cartello non c'è più sotto la casa? 
No, sto "contrattando" con i miei nipoti, che adoro, una nuova formulazione. Il senso deve essere che l'orso non va ammazzato, ma ho capito che ci sono tantissimi trentini che non sono d'accordo con il loro presidente Fugatti e quindi sono sempre i benvenuti qui da noi.
L'immagine del cartello ha fatto il giro d'Italia, l'hanno pubblicata anche molti siti nazionali: ne viene fuori uno scontro Puglia-Trentino
Ecco appunto, non volevo emergesse questo, sarebbe stato più corretto schierarsi con l'orso usando un'altra frase. Tuttavia mio malgrado, molto mio malgrado, l'obiettivo l'ho raggiunto: far capire a tutta Italia che ammazzare un animale è sbagliato. Ho fatto però infuriare i miei nipoti, non i loro amici trentini: questo vuol dire quindi che molti anche da voi la pensano come me. 
Se le assicuro che la penso come lei mi fa un preventivo per l'affitto, quindi? 
Certo, in luglio e agosto affitto la mia mansarda vista mare a chiunque si schieri dalla parte degli animali. Anzi, sarebbe interessante uno scambio culturale e ambientale con gli amici trentini: io vengo tra i monti e voi venite al mare, rispettando sempre la natura. Tanti anni fa sono venuto sull'Adamello Brenta, incantevole. E ho conosciuto anche Alex Langer. Me lo faccia dire: vi apprezzo molto, avete un grande senso civico e la vostra terra è incantevole. 
Storia chiusa a tarallucci e vino, quindi? 
Sì. Io ammetto di aver sbagliato ad essermela presa con tutti i trentini. Voi però fate ritirare l'ordinanza, quell'orso deve continuare a vivere.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy