Salta al contenuto principale

Soccorso alpino, il presidente

Mauro Mabboni si è dimesso

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 34 secondi

Il presidente del Soccorso alpino trentino si è dimesso. Ieri sera, in occasione dell’assemblea ordinaria dei capistazione e vicecapostazione, Mauro Mabboni ha annunciato la sua decisione, a sorpresa.

«Non posso rinunciare al mio lavoro sul campo», ha spiegato: «Avevo detto fin dall’inizio, quando nel febbraio del 2019 ero stato eletto, che il mio era un incarico a tempo, qualora le condizioni indicate dallo statuto non fossero cambiate».

Mabboni fa riferimento alle incompatibilità per chi svolga attività di istruttore nazionale o di tecnico di elisoccorso, proprio ciò che Mabboni faceva da anni in seno al Soccorso alpino prima di essere chiamato a succedere ad Adriano Alimonta.

«Sento di avere ancora molto da dare anche a livello dirigenziale, a questa realtù - ha spiegato ancora Mabboni ieri sera - ma in coscienza sento di poterlo fare solo se in futuro potrò anche continuare ad occuparmi di ciò che amo. Altrimenti, seppur a malincuore, preferisco occuparmi sono di queste ultime cose e lasciare ad altri gli alti incaricihi».

Una posizione, quella di Mabboni, che lui stesso aveva esternato fin dall’inizio: nel Soccorso alpino in molti erano convinti che avrebbe retto fino alla fine del mandato. Negli ultimi mesi, tuttavia, Mabboni ha maturato la decisione annunciata ieri: «Sono orgoglioso del lavoro che abbiamo portato avanti in questo anno e mezzo con tutto il consiglio direttivo e la base associativa, vedo che la realtà del Soccorso alpino è in salute e dunque, in mancanza di novità sul fronte delle incompatibilità, ho ritenuto fosse il momento migliore per lasciare spazio ad altri».

Ora la guida del Soccorso alpino trentino, nel pieno di una impegnativa stagione estiva con decine di interventi a settimana, passa nelle mani del vicepresidente, il primierotto Johnny Zagonel. Lo statuto prevede che le elezioni per scegliere il nuovo presidente vengano fissate e si svolgano entro i prossimi sessanta giorni. Dall’assemblea di ieri, per ora, non sono emerse candidature.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy