Salta al contenuto principale

Il Tar boccia l'ordinanza provinciale

sulle aperture di bar e ristoranti

Fugatti l'aveva già "archiviata" da poche ore

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 30 secondi

Il Tar di Trento ha accolto la sospensiva richiesta dal governo nazionale contro l’ordinanza del presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti che permetteva l’apertura di bar e ristoranti oltre le 18 (rispettivamente fino alle 20 e alle 22).

Il Tribunale amministrativo ha emesso un decreto cautelare sino all’esito dell’udienza camerale nella quale sarà disaminato in sede collegiale l’incidente cautelare, fissata per il giorno 19 novembre.

In realtà l’ordinanza di Fugatti, la numero 49 impugnata dal governo, è già superata da una nuova ordinanza provinciale approvata il 1° novembre e in vigore da oggi che omologa il Trentino al dpcm nazionale.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy