Salta al contenuto principale

Ma qui la zona gialla resiste?

Fugatti: il sistema regge

ma tutto potrebbe cambiare

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 53 secondi

Anche la provincia di Trento potrebbe scivolare rapidamente fuori dall'area gialla, se l'andamento epidemico, specie in relazione alla mortalità e al numero dei ricoveri in ospedale.

La conferma è arrivata stamattina dalle parole delle stesso presidente, Maurizio Fugatti, intervenuto alla seduta del consiglio provinciale in remoto: «Finora il sistema Trentino ha tenuto di fronte alla pandemia e la situazione sanitaria è sotto controllo, ma certamente non sarà facile continuare su questa strada, tutto potrebbe cambiare in pochissimo tempo».

«In Trentino siamo rimasti gli ultimi a fare ancora il contact tracing, non siamo ancora nella situazione dell’epidemia fuori controllo perché nelle scorse settimane e mesi abbiamo condotto un’azione importante, puntuale e precisa»

Se e quando il Trentino potrebbe passare all'area arancione, che implica maggiori limitazioni agli spostamenti, si potrebbe sapere già stasera, una volta analizzati i dati del bollettino covid quotidiano. In ogni modo, è chiaro che si avanza giorno per giorno con stretta sorveglianza dell'andamento per verificare se saranno necessarie restrizioni.

A Bolzano la situazione è più preoccupante, la zona rossa si estende all'intera provincia e potrebbero arrivare inasprimenti.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy