Salta al contenuto principale

Femminicidio a Cortesano, la politica punta l’indice contro la mancata prevenzione - Video

Degasperi: «Dobbiamo avere il coraggio di denunciare questo stato di cose»

Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 27 secondi

Perché Lorenzo Cattoni ha potuto avvicinare la moglie? Perché quell’uomo ha potuto raggiungerla e colpirla per un’ultima volta, a morte? Perché non gli è stato impedito, con misure più restrittive, soprattutto dopo una lunga serie di precedenti?

Sono queste le domande che, all’indomani dell’efferato femminicidio costato la vita a Deborah Saltori, in molti si fanno. Anche nel palazzo del Consiglio provinciale, dove più di uno punta l’indice sui meccanismi di una giustizia che non ha funzionato e non ha saputo proteggere una vittima annunciata.

 

 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy