Salta al contenuto principale

Il brevetto dei vaccini deve essere liberato

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 23 secondi

I grandi scienziati del passato rinunciaroino ai "diritti" sulle loro invenzioni dei vaccini, dovremmo farlo anche per il Covid. La lettera di una nostra lettrice, la risposta di Alberto Faustini.

l brevetto dei vaccini deve essere liberato

Gentile direttore,qualche giorno fa in televisione l'ex onorevole Rosy Bindi, ad una domanda a proposito delle vaccinazioni anti Covid, ha detto che si dovrebbero liberare i brevetti, in quanto la ricerca è stata finanziata dai vari Stati (quindi pagata con le nostre tasse).Mi è venuta in mente una vecchia mail del 2002 ricevuta da un'amica, che avevo conservato e che in internet esiste ancora. La voglio riproporre: è l'elenco di otto scienziati di origine ebraica, che hanno rinunciato ai loro brevetti per permettere alle loro scoperte di essere diffuse nel mondo e salvare tante vite: il test Wassermann contro la sifilide; Il Digitale, scoperto dal dottor Nuslin; L'insulina, scoperta dal dottor Minofski; Il test Schick per la difterite; Le vitamine scoperte dal dottor Funk; La streptomicina, scoperta dal dottor Woronan; La pillola antipolio, scoperta dal dottor Sabin; Il vaccino antipolio, scoperto dal dott Jonas Salk. Che dire, generosità e altruismo sono morti?

Franca Dalprà Filippini


 

Sì, i brevetti andrebbero liberati

Non penso che generosità e altruismo siano morti, ma certo - sempre per usare la sua cruda metafora - non godono di ottima salute visto che si tende quasi sempre a privilegiare il denaro rispetto non solo alla scienza, ma anche alla solidarietà, all'umanità intesa in ogni accezione. Il suo elenco e le parole di Rosy Bindi fanno molto riflettere. Bisogna ritrovare quello spirito. La pandemia si sconfigge anche con l'altruismo, con la solidarietà. Sì, i brevetti andrebbero davvero liberati.

lettere@ladige.it

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy