Salta al contenuto principale

Aggredito in giardino

dai cani della compagna

è morto dissanguato

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 8 secondi

Aggredito dai cani della convivente è morto dissanguato. E' accaduto la notte scorsa nel Padovano. Un uomo, Massimo Sartori, 49 anni, di Pozzonuovo (Padova) è morto per le ferite provocate dai due cani rottweiler della fidanzata, un maschio di due anni e una femmina di nove.

E' stato dilaniato nel giardino di casa al capo e agli arti. Sartori è morto poco dopo l'arrivo dei soccorsi.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Tribano. I due animali sono stati portati nel canile di Selvazzano.

Ora sarà importante l’autopsia per capire la dinamica della morte di Massimo Sartori.

È stata la compagna, al rientro dal lavoro, a trovare il cadavere del compagno e a dare l’allarme.

Il dubbio da sciogliere è se l’uomo sia stato colto da un attacco di cuore e se i cani l’abbiano aggredito dopo il malore, o se a provocarne la morte siano stati i due molossi.
L’unica certezza, al momento, è che Sartori è stato trovato in giardino in un bagno di sangue, con la testa fracassata e le gambe divorate dai morsi degli animali.

Stando alla famiglia della donna, sotto choc per l’accaduto, i cani non avevano mai dato problemi prima di ieri.
Sartori e la fidanzata convivevano da molti anni: i due animali erano intestati a lei, ma lui li conosceva bene. Erano abituati alla sua presenza, dal momento che li avevano adottati insieme.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy