Salta al contenuto principale

Savoi attacca il giornalista

"Zecche rosse, bastardi,

sarà vendetta quando vinciamo"

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 31 secondi

Il consigliere leghista Alessandro Savoi, che siede in Consiglio Provinciale, non è mai stato un campione di etichetta. Ma oggi - commentando su Facebook una discussione sull'autorizzazione a procedere del Senato per Salvini - ha superato ogni limite. Al giornalista Danilo Fenner, che pacatamente argomentava il principio del diritto nel caso in questione, Savoi ha scritto direttamente "Zecche rosse... bastardi. Sarà vandetta... si salvi chi può quando vinceremo..."

Una reazione sopra le righe, alla quale Fenner ha risposto chiedendo a Savoi "ma le sebra una cosa degna di un consigliere provinciale? Anzi, di un Uomo?". Ma Savoi ha rincarato la dose: "Siete voi, come le sardine peraltro, che vivete di odio contro di noi. Dove c'è Lega c'è la civiltà dell'amore. Dove c'è la sinistra c'è solo odio e rancore, Ad maiora".

Inutile la replica di Fenner: "Quindi scrivere bastardo a qualcuno o minacciare di vendetta fa parte della civiltà dell'amore?". 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy