Salta al contenuto principale

Trento, prima seduta

del nuovo consiglio

Piccoli eletto presidente

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 4 secondi

Ieri sera prima seduta del nuovo consiglio comunale di Trento.

Paolo Piccoli, capolista della lista «Insieme per Trento», che alle elezioni comunali ha sostenuto Franco Ianeselli, è il nuovo presidente dell'assemblea. Il notaio, già segretario politico della Dc provinciale dal 1986 al 1991, è stato eletto con 34 voti su 40 e succede a Salvatore Panetta, presidente uscente.

Il sindaco di Trento Franco Ianeselli, intervenuto in apertura dei lavori del Consiglio comunale di Trento, nella sede di Palazzo Thun, ha tracciato il programma della legislatura, definendo quali priorità la riduzione delle diseguaglianze, la transizione ecologica, l’economia circolare e il cambiamento dei «paradigmi di mobilità». «Credo che la politica debba lavorare non per il ritorno alla normalità, ma al raggiungimento di un nuovo equilibrio, più avanzato del precedente», ha detto al riguardo primo cittadino.

Tra i diversi punti programmatici citati da Ianeselli, vi è la promozione della sicurezza e ribadito l’intenzione di creare un Nucleo operativo interservizi (Noi), per mettere in rete i servizi comunali con la polizia locale. Particolare attenzione è stata riservata poi a un patto generazionale, per individuare nuovi spazi per i giovani e per gli anziani, rafforzando le politiche giovanili e sociali, e il confronto con le città vicine.

«Fondamentale sarà il naturale rapporto con la Provincia. Nonostante le visioni politiche innegabilmente diverse, non c’è alternativa alla collaborazione pragmatica e nello stesso tempo leale tra le istituzioni», ha concluso Ianeselli.

 «Stasera iniziamo a scrivere un nuovo paragrafo della lunga e vivace storia democratica della nostra città. Credo che ognuno di voi senta, insieme a me, l’emozione e la responsabilità legati all’incarico che, con ruoli diversi, ci troviamo  a ricoprire grazie alla fiducia che ci hanno accordato i cittadini di Trento», ha detto il sindaco, aprendo la seduta della prima convocazione del consiglio comunale dopo la tornata elettorale dello scorso settembre. La seduta, avvenuta con le disposizioni di distanziamento tra i consiglieri, è stata presieduta dal consigliere anziano Paolo Piccoli, poi eletto presidente.

«Quest’aula è chiamata dunque a immaginare la città dei prossimi decenni, ha il mandato di dare una prospettiva, un orizzonte alle famiglie inquiete per l’avvenire dei propri figli, agli anziani preoccupati dal declinare delle forze, ai giovani che studiano o che cercano un’occupazione, alle aziende che vogliono crescere, a quelle in difficoltà», ha aggiunto Ianeselli, dopo il giuramento di osservanza della Costituzione e delle leggi nazionali e locali e la presentazione della Giunta comunale.

(Nella foto di Paolo Pedrotti, Franco Ianeselli, a destra, e Paolo Piccoli, durante la seduta del consiglio comunale)

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy