Salta al contenuto principale

Il capo ultrà su Balotelli

«Non sarà mai italiano»

E lui: «Piccoli ignoranti»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 12 secondi

«Balotelli è italiano perché ha la cittadinanza italiana, ma non potrà mai essere del tutto italiano»: a dirlo è Luca Castellini, capo della tifoseria del Verona, che, intervistato dall’emittente Radio Cafè, torna sulla vicenda dei cori razzisti contro il giocatore del Brescia. Alla domanda se la tifoseria veronese sia razzista, Castellini ricorda che «ce l’abbiamo anche noi un negro in squadra, che ieri ha segnato e tutta Verona gli ha battuto le mani». «Ci sono problemi a dire la parola negro? - attacca - Mi viene a prendere la Commissione Segre perché chiamo uno ‘negro’? Mi vengono a suonare il campanello?».

A stretto giro arriva la replica di Balotelli via Instagram: «Qua amici miei non c’entra più il calcio, state facendo riferimento a situazioni sociali e storiche più grandi di voi, piccoli esseri. Qua state impazzendo ignoranti... Siete la rovina. Però quando Mario faceva, e vi garantisco farà ancora gol per l’Italia vi stava bene vero? Le persone così vanno ‘radiate’ dalla società, non solo dal calcio.
Basta mandare giù ora, basta lasciare stare».

In precedenza, aveva scritto: «Grazie a tutti i colleghi in campo e non, per la solidarietà avuta nei miei confronti e a tutti i messaggi ricevuti da voi tifosi. Grazie di cuore, avete dimostrato di essere veri uomini, non come chi nega l’evidenza». E, sempre su Instagram, commentando un video della curva del Verona, aveva aggiunto: «Chi ha fatto il verso della scimmia si vergogni».

 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy