Salta al contenuto principale

Sampdoria e Udinese

terminano l'isolamento

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 11 secondi
È terminato il periodo di isolamento domiciliare per i componenti dello staff e i calciatori della Sampdoria che erano risultati negativi al coronavirus dopo alcuni casi di positività nella squadra (tra cui il giovane trentino Fabio Depaoli).
 
Nessuno durante la quarantena si è infettato. Lo annuncia in un comunicato la società. «Coloro che invece sono risultati positivi saranno sottoposti ai test previsti dal protocollo. Tutti i calciatori stanno bene e svolgono l’attività fisico-atletica programmata nei loro domicili». Sono stati sette i giocatori contagiati: Gabbiadini, La Gumina, Thorsby, Ekdal, Depaoli, Bereszynski e Barreto il cui nome è stato svelato oggi dall’Ambasciatore del Paraguay in Italia.
 
Intanto, è terminato nei giorni scorsi l’autoisolamento dei giocatori dell’Udinese, che stanno tutti bene dal momento che nessuno di loro ha manifestato sintomi. Al momento, tuttavia, non è prevista nessuna data per la ripresa degli allenamenti. Lo ha comunicato la stessa Udinese calcio in una nota. L’autoisolamento era scattato dopo la positività che era stata riscontrata a Vlahovic, giocatore della Fiorentina contro cui i bianconeri avevano disputato l’ultima gara a porte chiuse prima dello stop del campionato.
 
Nella nota, diffusa in precedenza, si spiegava che, «in osservanza delle norme governative e monitorando costantemente l’evolversi dell’emergenza Coronavirus, ogni attività resta sospesa fino a nuova comunicazione». Nell’attesa, a differenza di colleghi di altri club di serie A, tutti i giocatori bianconeri, compresi gli stranieri, sono ancora in Friuli.
 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy