Salta al contenuto principale

L'Italia chiede di rinviare

i Mondiali di Cortina 2021

Chiudi
Apri

Ansa

Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

L’Italia dello sci alpino, unita in un unico corpo con tutte le istituzioni che compongono la Fondazione Cortina 2021 e cioè Governo, Regione Veneto, Provincia di Belluno, Comune di Cortina, CONI e Federazione Italiana Sport Invernali, si è presentata davanti alla Fis, per proporre il rinvio dei campionati Mondiali di Cortina al 2022.

«L’auspicio italiano è che si prenda la decisione di rinviare il Mondiale» ha commentato a caldo il Presidente della Fisi, Flavio Roda, relatore della proposta in seno al Consiglio. «Sponsor e pubblico si aspettano che Cortina presenti un Mondiale di altissimo livello, sia sotto il punto di vista organizzativo che dello spettacolo. Tutto ciò si potrà fare solo nella massima sicurezza sanitaria e potendo testare tutte le nuove infrastrutture e i processi operativi che stanno dietro a un grande evento internazionale» ha detto Roda.

Era stato il presidente del Coni Malagò, ieri in tarda serata, ad anticipare che l’Italia avrebbe fatto questa richiesta alla Fis. «Penso che spostando in avanti l’appuntamento con il Mondiale sia possibile mettere in atto quanto di meglio la tradizione e l’esperienza organizzativa italiane sanno fare e lanciare nel migliore dei modi la strada verso Milano - Cortina 2026» ha concluso Roda.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy