Salta al contenuto principale

La Diatec trascinata da Nelli

travolge un'opaca Latina

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 16 secondi

La Diatec Trentino liquida in un'oretta la "pratica" Latina sconfiggendo i laziali 3-0 (parziali a 22, 16 e 14) al PalaTrento.

Miglior giocatore lil giovane opposto Gabriele Nelli, top scorer con 18 punti in tabellino dei quali ben 5 ottenuti direttamente al servizio: è stato lui a mettere in ginocchio gli ospiti, che dopo un buon primo set sono diventati via via sempre più fallosi e inconsistenti.

Archiviata questa partita di recupero della quarta giornata, al ritorno dal Mondiale per club in Brasile, i ragazzi di Angelo Lorenzetti avranno solo un giorno per preparare il match di sabato, sempre al PalaTrento, per la sesta di regular season, contro l'agguerrita Perugia (ore 18.15 Diretta RaiSport 1). Il recupero della quinta gara, contro Piacenza, in trasferta,  è in programma il 17 novembre alle 20.30.


 

Il comunicato di Trentino Volley

Si è concluso al PalaTrento il recupero del quarto turno di regular season di SuperLega UnipolSai 2016/17.
Questo il punteggio:

Diatec Trentino-Top Volley Latina 3-0
(25-22, 25-16, 25-14)
DIATEC TRENTINO: Antonov 10, Mazzone D. 4, Giannelli 5, Urnaut 9, Solé 5, Nelli 18, Colaci (L); Mazzone T., Chiappa (L), Burgsthler. N.e. Blasi, Lanza, Van de Voorde, Stokr. All. Angelo Lorenzetti.
TOP VOLLEY LATINA: Maruotti 8, Rossi 4, Strugar 4, Penchev 6, Gitto 7, Sottile, Fanuli (L); Klinkenberg 3. N.e. Fei, Pistolesi, Quintana. All. Vincenzo Nacci.
ARBITRI: Gnani di Ferrara e Piperata di Bologna.
DURATA SET: 27’, 22’, 21’; tot 1h e 10’.
NOTE: 2.676 spettatori, per un incasso di 15.302 euro. Diatec Trentino: 6 muri, 6 ace, 12 errori in battuta, 8 errori azione, 51% in attacco, 68% (52%) in ricezione. Top Volley Latina: 5 muri, 2 ace, 13 errori in battuta, 9 errori azione, 38% in attacco, 49% (33%) in ricezione.

La cronaca del match. Nel primo starting six dopo il Mondiale per Club 2016, Angelo Lorenzetti conferma di voler mischiare ulteriormente le carte in tavola, utilizzando sin dal via Nelli nel ruolo di opposto e Antonov in quello di schiacciatore da mettere in diagonale a Urnat. Gli altri quattro titolari sono Giannelli al palleggio, Solé e Daniele Mazzone al centro, Colaci libero. Latina si presente con Sottile in regia, Strugar opposto (Fei è in panchina senza nemmeno aver svolto il riscaldamento), Maruotti e Penchev schiacciatori, Rossi e Gitto centrali, Fanuli libero.

L’avvio di gara dei padroni di casa è piuttosto timido, con l’attacco che fatica a trovare il ritmo (6-8) a tutto vantaggio del muro di Latina. Un errore di Rossi riporta l’equilibrio (9-9), che però dura poco perché un ace di Penchev e un muro di Maruotti su Nelli offrono il massimo vantaggio ai pontini (11-14), costringendo al time out i locali. Al rientro in campo, la Diatec Trentino cambia marcia con Nelli al servizio e Antonov e Mazzone in attacco (16-15); il finale è combattuto alla pari (17-17 e 21-21): ci pensa ancora Oleg (23-22 e poi 25-22) a rete a marcare la differenza.

Molto incerto anche l’inizio del secondo parziale, con le due squadre che si alternano spesso al comando del punteggio nella prima metà (5-6, 10-9), mettendo in mostra il buon momento in attacco dei rispettivi opposti del match. Un primo tempo angolato out di Gitto rompe la perenne parità (13-11), poi è Strugar a regalare un break point (15-12), costringendo Nacci a rifugiarsi in trenta secondi di pausa discrezionali. Alla ripresa però c’è solo Trento, o per meglio dire Nelli che firma tre ace consecutivi che valgono il 19-12; Latina si disunisce (22-14), lasciando nettamente spazio ai trentini che in fretta si portano sul 2-0 (25-16).

L’assolo della Diatec Trentino prosegue anche nel terzo periodo, con Giannelli che, ispiratissimo, serve alla grande e smarca i suoi attaccanti consentendo ai locali di scappare via subito sul 5-1 e poi 7-2. La Top Volley prova a reagire (7-4), ma è solo un attimo perché poi la squadra di Lorenzetti non concede più nulla (10-5 e 15-8), registrando ulteriormente servizio e muro. Lorenzetti concede spazio anche a Tiziano Mazzone (in campo per Urnaut), Burgsthaler (per Daniele Mazzone) e Chiappa (per Colaci) e la squadra sull’onda dell’entusiasmo gli regala un successo del parziale molto rotondo (25-14) senza lasciare per strada alcun break.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy