Salta al contenuto principale

Delta Despar: con Novara

il sogno dura un set

Al Sanbàpolis vince la Igor

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
5 minuti 6 secondi

Con le campionesse d'Europa di Novara la Delta Despar Trentino strappa solo un set.

Dopo 563 giorni di imbattibilità cade l’inviolabilità del Sanbàpolis, espugnato dalle campionesse d’Europa dell'Igor Gorgonzola Novara nel recupero della nona giornata d'andata.

Non basta una buona prestazione della Delta Despar Trentino per avere la meglio sulle più quotate piemontesi che, al termine di quattro set per lunghi tratti combattuti, riescono ad espugnare il Sanbàpolis e a portare a casa l’intera posta in palio. La maggior fisicità ed esperienza nelle fasi cruciali della sfida da parte di Bosetti e compagne ha giocato un ruolo decisivo nell’esito finale come testimoniano i 14 muri a 4 per Novara. Tra le fila trentine da menzionare la prova positiva di Melli e D’Odorico, autrici in due di 33 punti. Il titolo di miglior giocatrice della sfida è stato assegnato alla palleggiatrice ospite Hancock, autrice di 9 punti, dei quali sei con il servizio, la sua specialità. Molto positiva anche la prestazione di Herbots, top scorer con 22 punti.

Organico al completo per la Delta Despar Trentino, in campo con Cumino in regia, Piani opposto, Melli e D'Odorico in banda, Fondriest e Furlan al centro e Moro libero. Lavarini, tecnico di Novara, risponde con il consueto 6 + 1 con Hancock al palleggio, Smarzek opposto, Herbots e Caterina Bosetti schiacciatrici, Bonifacio e Washington al centro e Napodano nel ruolo di libero al posto di Sansonna.

Il primo break dell’incontro lo mette a segno la Delta Despar Trentino con il servizio di Furlan che mette in difficoltà la ricezione di Napodano (4-2). Washington conferma la grande intesa con la propria connazionale Hancock e Novara trova lo spunto per recuperare e sorpassare Trento (7-8). Fase centrale della prima frazione molto fallosa da entrambe le parti con numerosi errori diretti ma il controsorpasso gialloblù è della premiata ditta D’Odorico-Piani (11-9). Si arriva alla fase calda del set punto a punto (18-18), l’ingresso di Populini al servizio porta l’Igor sul +1 ma il finale è gialloblù con Furlan che ferma a muro Bosetti e l’azione seguente la stessa Bosetti attacca out (25-23).

La partenza lampo trentina con l’ace di D’Odorico (2-0) illude la Delta Despar perché il temibile turno al servizio di Hancock taglia le gambe alle gialloblù con un parziale monstre di 9-0 tra cui quattro ace diretti (7-14). Bertini inserisce Trevisan, Ricci e Bisio per provare a girare l’inerzia del set ma le ospiti non sbagliano più un colpo prendendo il largo (14-21). Chiude la frazione un attacco in rete di Fondriest (14-25) decretando il primo set perso in casa dalla Delta Despar nel campionato.

Terza frazione che inizia all’insegna dell’equilibrio (8-7). In fotocopia al parziale precedente il turno al servizio di Hancock è letale per la ricezione trentina: due ace diretti e +3 Igor (9-12). La palleggiatrice a stelle e strisce però si fa notare anche in prima linea con un muro che vale il +5 (12-17). Il muro piemontese ferma anche Melli e successivamente Washington realizza l’ace su D’Odorico (15-22). Lo smash di Smarzek sul servizio di Bosetti chiude il terzo set (17-25).

Quarto parziale ad elastico con entrambe le squadre che si scambiano break e contro-break. La Delta Despar conduce fino al 7-5 quando due muri di fila di Washington ed Herbots sulla fast di Fondriest aggiunti ad un attacco di Bosetti rovesciano la situazione (9-11). L’ace di D’Odorico impatta nuovamente il punteggio (11-11) ma il pallonetto lungo e il muro su Piani riportano le ospiti sul +3 (12-15). Le gialloblù non sono mai dome e l’ingresso al servizio di Pizzolato porta un nuovo break costringendo Lavarini, tecnico piemontese, a fermare il gioco (17-17). La pipe di Herbots e il doppio errore di una Piani altalenante regalano il massimo vantaggio alla Igor (18-22) ma il muro di Furlan su Smarzek e il mani-out di Melli riaprono un set che sembrava chiuso (21-22). Bosetti prende per mano Novara mettendo a terra il pallone più caldo del match (21-23) e successivamente l’attacco della neo-entrata Dalderoop chiude frazione e incontro (22-25).

Silvia Fondriest, Delta Despar Trentino: «Sapevamo ed eravamo a conoscenza della difficoltà della partita ma possiamo uscire a testa alta dal campo, soddisfatte per la nostra prestazione. Siamo sempre state in partita eccezion fatta per il secondo set quando il servizio di Hancock ha inciso fortemente nell’economia del set».

Matteo Bertini, Delta Despar Trentino: «Pronosticare prima della partita di giocarsela a lunghi tratti alla pari contro una squadra così forte era quasi impensabile. Siamo state ingenue in alcune situazioni mentre in altre la loro esperienza è stata determinante. Sono comunque soddisfatto, quando abbiamo giocato prendendoci qualche rischio siamo riusciti a metterle in difficoltà».

Delta Despar Trentino – Igor Gorgonzola Novara 1-3
(25-23, 14-25, 17-25, 22-25)
Delta Despar Trentino: Cumino 0, Piani 14, Melli 18, D’Odorico 15, Fondriest 4, Furlan 5, Moro (L); Trevisan 0, Bisio 1, Pizzolato 0, Ricci 0, Marcone ne. All. Matteo Bertini
Igor Gorgonzola Novara: Hancock 9, Smarzek 15, Herbots 22, Bosetti 13, Bonifacio 5, Washington 11, Napodano (L); Populini 1, Daalderop 1, Zanette ne, Battistoni ne, Chirichella (L) ne, Costantini ne. All. Stefano Lavarini
Arbitri: Dominga Lot e Massimo Florian di Treviso
Durata set: 27‘, 23‘, 23‘, 30’ (totale: 1h53’)
Note: Delta Despar Trentino (attacco 47, muro 4, battuta 6, errori azione 10, errori battuta 11), Igor Gorgonzola Novara (attacco 55, muro 14, battuta 8, errori azione 6, errori battuta 13). Mvp: Hancock

 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy